ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'intelligenza dello smartphone

Lettura in corso:

L'intelligenza dello smartphone

Dimensioni di testo Aa Aa

Digitando messaggini, scorrendo pagine web e controllando la posta elettronica sul proprio smartphone si potrebbe cambiare il modo in cui pollici e

Digitando messaggini, scorrendo pagine web e controllando la posta elettronica sul proprio smartphone si potrebbe cambiare il modo in cui pollici e cervello interagiscono. Lo dicono i ricercatori dell’Università di Zurigo, Svizzera.

La ricerca ha confrontato l’attività cerebrale corticale di utenti di smartphone touchscreen e di utenti di cellulari vecchio stile. Un totale di 62 elettrodi sono stati collocati su un casco per elettroencefalogramma indossato da soggetti al fine di registrare come il cervello elabora il tocco delle dita. L’attività cerebrale è stata poi confrontata con i singoli comandi registrati sul telefonino di ciascun individuo.

I ricercatori hanno visto che è piu’ attivo il cervello di chi adopera i touch screen smartphone rispetto a coloro che adoperano vecchi cellulari.

ARKO GHOSH, RICERCATORE: “Gli utenti di smartphone hanno un cervello che elabora un tocco diverso rispetto alle persone che non utilizzano telefoni con schermo tattile. Tuttavia, se si scava ‘più in profondità nei dati si nota che la pratica recente che insiste sugli smartphone si riflette sul modo in cui il cervello elabora le informazioni dalle dita. In sostanza queste fluttuazioni quotidiane che affrontiamo si imprimono sul cervello, sul modo in cui elaboriamo le informazioni dalle nostre mani.”

Ghosh sostiene che lo smartphone è uno strumento ideale per esplorare la plasticità del cervello umano.

Ci sono circa due miliardi di utenti di smartphone nel mondo. Una risorsa a cui poter attingere per la ricerca.