ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Vigilia di Pasqua ortodossa con la cerimonia del fuoco sacro

Da Gerusalemme in viaggio in tutti i Paesi dove si festeggia.

Lettura in corso:

Vigilia di Pasqua ortodossa con la cerimonia del fuoco sacro

Dimensioni di testo Aa Aa

Il patriarca di Gerusalemme, Teofilo III, ha officiato la tradizionale cerimonia del “fuoco sacro” alla Chiesa del Santo sepolcro, alla presenza di centinaia di fedeli.
Una cerimonia che si svolge da almeno 1.200 anni.

Durante la giornata, i bracieri accesi dalla fiamma principale devono raggiungere tutti gli altri Paesi ortodossi, in tempo per le cerimonie della Pasqua, che, seguendo il calendario giuliano, cade quest’anno una settimana dopo quella cattolica.

Altra tradizione pasquale, seguita a Mosca e in tante altre città russe, è quella di portare a benedire in chiesa i dolci tradizionali, kulich e paska, e le uova sode dipinte. Tutto preparato per la giornata di festa in arrivo.

Nella capitale russa l’appuntamento principale è nella recente cattedrale di Cristo Salvatore, ricostruita dopo la fine del regime sovietico, che aveva distrutto l’originale nel 1931.

Alle celebrazioni da parte del patriarca Cirillo I è prevista anche la presenza del presidente Vladimir Putin.