ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

North Charleston, ''Stiamo tutti soffrendo'': parla la madre dell'agente

‘‘Stiamo tutti soffrendo’‘: a parlare è la madre dell’agente Michael Thomas Slager, incriminato per l’omicidio dell’afroamericano Walter Scott, 50

Lettura in corso:

North Charleston, ''Stiamo tutti soffrendo'': parla la madre dell'agente

Dimensioni di testo Aa Aa

‘‘Stiamo tutti soffrendo’‘: a parlare è la madre dell’agente Michael Thomas Slager, incriminato per l’omicidio dell’afroamericano Walter Scott, 50 anni, ucciso dopo un diverbio nato per una violazione stradale sabato scorso in South Carolina. L’agente, licenziato dal dipartimento di polizia di North Charleston, rischia ora la pena di morte.

Point of view

Mi sento impotente. Spero solo che Dio si prenda cura di tutte le persone coinvolte

“Mi sento impotente’‘ dice Karen Sharpe, la madre dell’agente Michael Thomas Slager. ‘‘Spero solo che Dio si prenda cura di tutte le persone coinvolte. Non solo della mia famiglia, ma anche di quella di Scott perché so che stanno soffrendo, proprio come me. Voglio che conoscano il mio dolore’‘.

Sanguina di nuovo la ferita razziale dopo Ferguson. Gli Stati Uniti sono scossi da quest’ultimo episodio che vede coinvolto un poliziotto bianco nell’omicidio di un afroamericano. Sotto i riflettori finisce di nuovo l’operato della polizia statunitense che teme nuove tensioni e violenze.

A inchiodare l’agente c‘è un video girato da un testimone e diffuso dal New York Times. Il poliziotto spara, ripetutamente, mentre Scott fugge, colpendolo alle spalle.