ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Kenya seppellisce le vittime della strage di Garissa

Il Kenya seppellisce le vittime della strage dell’Università di Garissa, mentre decine di famiglie, più di una settimana dopo l’attacco non conoscono

Lettura in corso:

Il Kenya seppellisce le vittime della strage di Garissa

Dimensioni di testo Aa Aa

Il Kenya seppellisce le vittime della strage dell’Università di Garissa, mentre decine di famiglie, più di una settimana dopo l’attacco non conoscono ancora la sorte dei propri figli dispersi.
Nella piccola città di Gatundu si sono svolti i funerali di Angela Nyokabi Githakwa, studentessa di 22 anni, uccisa dai miliziani al Shabaab insieme ad altre 147 persone.
“Sto maledicendo tutto, il governo, l’impreparazione – dice un’amica della vittima -. Da un anno si parlava di sicurezza, sicurezza, sicurezza. C’erano stati chissà quanti allarmi, le nostre università erano minacciate”.
“Dobbiamo essere vigilanti – dice un giovane che partecipa alla cerimonia funebre -, questi individui sono tra noi, la sicurezza deve cominciare da noi”.
A Nairobi, centinaia di persone hanno partecipato a una veglia in ricordo delle vittime della strage. Le loro fotografie sono state esposte affinché tutti potessero lasciare la loro testimonianza.
Il presidente kenyano Uhuru Kenyatta ha porto un ramoscello d’olivo ai musulmani che vivono nel Paese, invitandoli a unirsi al dolore dei familiari delle vittime e a fornire informazioni utili per individuare possibili fiancheggiatori di gruppi terroristici.