This content is not available in your region

Yarmouk, la nuova Sebrenica: "jihadisti giocano a calcio con le teste"

Access to the comments Commenti
Di Salvatore Falco
Yarmouk, la nuova Sebrenica: "jihadisti giocano a calcio con le teste"

<p>Nel campo di Yarmouk, a 6 chilometri da Damasco, circa 20.000 civili non possono fuggire dalla guerra.</p> <p>“Una nuova Srebrenica”, denuncia l’Unicef, alludendo allo sterminio di circa 8.000 bosniaci musulmani nella cittadina bosniaca di Srebrenica da parte dei serbo bosniaci nel 1995.</p> <blockquote class="twitter-tweet" lang="en"><p>Grandi foto del 2014. Distribuzione di cibo da parte dell'Onu al campo profughi di al-Yarmouk in Siria <a href="http://t.co/5wgxss1Fnv">pic.twitter.com/5wgxss1Fnv</a></p>— giuseppe frangi (@robedachiodi) <a href="https://twitter.com/robedachiodi/status/548923431283355648">December 27, 2014</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script> <p>Aperto nel 1957 per accogliere i palestinesi in fuga dalla guerra arabo-israeliana del 1948, prima dell’inizio del conflitto in Siria qui vivevano circa 160mila rifugiati palestinesi e siriani. Yarmouk era una città nella città, ma dal 2012 è finito per essere il terreno di battaglia tra le forze del governo di Bashar al-Assad e l’opposizione. I ribelli si sono ritirati e oggi il campo è occupato dall’Isil.</p> <blockquote class="twitter-tweet" lang="en"><p>Siria: Yarmouk è un terreno di battaglia, jihadisti attaccano campo profughi <a href="https://twitter.com/euronews"><code>euronews</a> <a href="https://twitter.com/euronewsit"></code>euronewsit</a> <a href="http://t.co/qDduEDcgtG">http://t.co/qDduEDcgtG</a></p>— Salvatore Falco (@sfalcoEN) <a href="https://twitter.com/sfalcoEN/status/583983116462780416">April 3, 2015</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script> <p>I primi bombardamenti dell’esercito siriano sono cominciati nel 2012. Da quel momento, Yarmouk è sempre stato circondato dalle forze di sicurezza di Damasco.</p> <p>Le condanne espresse dai leader palestinesi in Cisgiordania e a Gaza contro il massacro hanno spinto molti militanti islamici palestinesi a unirsi alle brigate dei ribelli contro l’esercito di Damasco e le milizie vicine al regime.</p> <blockquote class="twitter-tweet" lang="en"><p>Vu sur <a href="https://twitter.com/euronews"><code>euronews</a>: Syrie : Mahmoud Abbas appelle à la protection du camp palestinien de Yarmouk <a href="http://t.co/QswNr8IlSX">http://t.co/QswNr8IlSX</a> <a href="http://t.co/8K2BJQyn41">pic.twitter.com/8K2BJQyn41</a></p>&mdash; Frédéric DANIÉLOU (</code>fredchristoli) <a href="https://twitter.com/fredchristoli/status/585043508811141120">April 6, 2015</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script> <p>La situazione è precipitata nel 2014, quando il campo profughi palestinese ha iniziato a essere il bersaglio di un fuoco incrociato: i bombardamenti dell’esercito siriano da una parte e gli attacchi del gruppo dello Stato islamico dall’altra.</p> <blockquote class="twitter-tweet" lang="en"><p>Il campo profughi palestinesi di <a href="https://twitter.com/hashtag/Yarmouk?src=hash">#Yarmouk</a> è a soli 4 km dalla capitale <a href="https://twitter.com/hashtag/Damasco?src=hash">#Damasco</a>. Ecco i gruppi presenti all'interno <a href="http://t.co/Z31oZbhLWI">pic.twitter.com/Z31oZbhLWI</a></p>— Francesco Guttuso (@FraGuttuso) <a href="https://twitter.com/FraGuttuso/status/583411821027139584">April 1, 2015</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script> <p>L’avanzata jihadista punta a Damasco. Per questo motivo Yarmouk è un luogo strategico, a pochi chilometri dalla roccaforte di Assad.</p> <p>L’Isil ha il controllo del 90% del campo, in cui, secondo Save the Children, ci sono almeno 3.500 bambini.</p> <p>Solo poche centinaia di famiglie sono riuscite ad evacuare. L’Olp sta negoziando con Damasco per far arrivare degli aiuti agli abitanti rimasti intrappolati.</p> <blockquote class="twitter-tweet" lang="en"><p>Siria: Cientos de civiles huyen del campo de refugiados palestinos de Yarmuk <a href="http://t.co/Sr9I44Z9p1">http://t.co/Sr9I44Z9p1</a> <a href="http://t.co/41sUItfADr">pic.twitter.com/41sUItfADr</a></p>— Leonel AlfonsoFerrer (@la_ferrer) <a href="https://twitter.com/la_ferrer/status/584937910677458946">April 6, 2015</a></blockquote> <script async src="//platform.twitter.com/widgets.js" charset="utf-8"></script> <p>“Yarmouk è il risultato dei fallimenti politici – dice il portavoce dell’Unrwa, l’agenzia Onu per i rifugiati – E quei fallimenti politici sono il risultato della mancanza di unità. Le potenze mondiali devono mettere da parte le divergenze politiche, perché ora la necessità è quella di salvare vite umane. La credibilità del sistema internazionale è a rischio, non possono abbandonare la gente di Yarmouk”.</p> <p>“I miliziani dell’Isil giocano a calcio con le teste” sono i racconti, al di là del disumano, di chi è riuscito a fuggire. </p> <p>E a tre anni dall’inizio dei bombardamenti, il Consiglio di Sicurezza dell’Onu oggi chiede che sia consentito l’accesso alle agenzie umanitarie.</p>