ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cern, riacceso dopo due anni il super acceleratore di particelle Lhc

Grande gioia al Cern di Ginevra: si è riacceso dopo una pausa di due anni l’Lhc, il più grande acceleratore di particelle del mondo che ha permesso

Lettura in corso:

Cern, riacceso dopo due anni il super acceleratore di particelle Lhc

Dimensioni di testo Aa Aa

Grande gioia al Cern di Ginevra: si è riacceso dopo una pausa di due anni l’Lhc, il più grande acceleratore di particelle del mondo che ha permesso di scoprire il bosone di Higgs. La procedura di accessione è avvenuta in due fasi. Nel suo anello, lungo 27 chilometri, sono passati a turno due fasci di protoni, terminando il percorso con successo. Solo a questo
punto la macchina è stata considerata accesa a tutti gli effetti.
Laurette Ponce, ingegnere incaricata del progetto, spiega quest’ultimo successo: “Siamo riusciti a compiere la prima tappa: un fascio di protoni ha fatto il giro dell’anello in un senso e poi un secondo fascio ha compiuto il giro in senso inverso. Questo è un grande successo”.
La pausa di due anni è stata necessaria per curare la manutenzione della macchina e per metterla in grado di battere il suo primo record, ossia raggiungere l’energia di 13.000 miliardi di elettronvolt. Quando la macchina funzionerà a regime verrà prodotta un’enorme quantità di dati che potranno mostrare i limiti della fisica contemporanea e forniranno spiegazioni a fenomeni per ora misteriosi come la materia oscura.