ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Assalto al campus universitario, rabbia e polemiche in Kenya

Dopo lo choc, in Kenya è il momento della rabbia. Come ha fatto un pugno di terroristi a tenere in scacco così a lungo le forze di sicurezza?

Lettura in corso:

Assalto al campus universitario, rabbia e polemiche in Kenya

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo lo choc, in Kenya è il momento della rabbia. Come ha fatto un pugno di terroristi a tenere in scacco così a lungo le forze di sicurezza? E perché sono stati ignorati gli avvertimenti della settimana scorsa che parlavano di attacco imminente?

L’area ad est del Paese, vicino al confine, è nota per essere il bersaglio delle rappresaglie degli al-Shebab all’intervento militare del Kenya in Somalia.

“È molto triste”, commenta un residente di Nairobi. “Davvero non capisco perché gli al-Shebaab somali ci prendono di mira. Siamo i loro vicini di casa. Dovremmo aiutarci a vicenda ma, invece di farlo, loro ci attaccano, non ci lasciano in pace e cercano di conquistare il nostro Paese”, conclude.

“Con le agenzie di sicurezza che abbiamo…”, gli fa eco un tassista della capitale. “Siamo arrivati ad un punto in cui i nostri servizi di sicurezza lanciano degli avvertimenti ma la polizia non riesce a proteggerci come dovrebbe, il che significa che c‘è qualcuno che non fa il proprio dovere“, aggiunge.

In risposta al peggior attacco in termini di vittime dalla bomba all’ambasciata americana nel 1998, da più parti sono arrivati appelli all’unità. A Nairobi è stata organizzata una marcia funebre, ma difficilmente le preghiere freneranno le polemiche sull’incapacità delle autorità di garantire la sicurezza.