ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

GermanWings: si continua a cercare la seconda scatola nera

Forse non sarà mai trovata: la seconda scatola nera dell’Airbus A320 GermanWings, quella che gli inquirenti francesi cercano senza sosta, per Kai

Lettura in corso:

GermanWings: si continua a cercare la seconda scatola nera

Dimensioni di testo Aa Aa

Forse non sarà mai trovata: la seconda scatola nera dell’Airbus A320 GermanWings, quella che gli inquirenti francesi cercano senza sosta, per Kai Kratky, un manager della Lufthansa che si è espresso su una televisione tedesca potrebbe essere talmente danneggiata da non inviare più alcun segnale.

Si tratta del registratore dei dati di volo, fondamentale per gli inquirenti del BEA parigino per l’analisi in parallelo con l’altra scatola nera, il registratore di voci, già recuperata e al centro di una ridda di indiscrezioni, poi parzialmente confermate dalla Procura di Marsiglia.

È un file audio recuperato dal voice recorder a suggerire che il co-pilota si sia blindato nella cabina di pilotaggio quando il pilota ne è uscito per andare in bagno, poco prima che iniziasse la discesa, fino allo schianto contro la montagna nelle Alpi marittime francesi.

E il lavoro d’inchiesta, oltre alla ricerca della seconda scatola nera, prosegue anche nel laboratorio mobile per l’analisi del DNA: sono 78 i campioni reperiti, ora i tecnici stanno tentando di associarli a quelli forniti dai parenti delle vittime, per dare un’identità ai resti umani fin qui recuperati.