This content is not available in your region

Yemen, raid aerei sauditi su Sanaa. I ribelli: "colpiti civili"

Access to the comments Commenti
Di Alfredo Ranavolo
Yemen, raid aerei sauditi su Sanaa. I ribelli: "colpiti civili"

<p>Raid aerei sauditi, nella notte tra mercoledì e giovedì, su un sobborgo a nord della capitale yemenita Sanaa.</p> <p>L’Arabia guida una coalizione di dieci Paesi, col supporto logistico degli Stati Uniti, il cui scopo è sconfiggere gli houthi,autori di un colpo di Stato.</p> <p>La tv al-Masirah, controllata dai ribelli sciiti che hanno preso il potere nello Stato arabo, riferisce di numerosi civili, tra i quali donne e bambini, colpiti nel corso dei bombardamenti sauditi.</p> <p>Il canale televisivo satellitare ha anche lanciato un appello perché personale medico raggiunga la Capitale e perché la popolazione partecipi a una marcia di protesta contro i raid, in programma giovedì.</p> <p>Gli houthi godono del supporto dell’Iran, che però ha annunciato di non essere intenzionato a fornire aiuto per respingere gli attacchi aerei.</p> <p><a href="http://it.euronews.com/2015/03/25/yemen-il-conflitto-che-rischia-di-destabilizzare-la-penisola-araba/">Il timore di un’escalation del conflitto è, comunque, forte</a>.</p> <p>“Faremo il necessario per proteggere il governo legittimo dello Yemen, per evitare che cada per mano delle milizie” ha detto l’ambasciatore saudita negli Stati Uniti Adel al-Jubeir. “Al momento ci sono gruppi ribelli in grado di utilizzare missili balistici, armi pesanti e persino le forze aeree”.</p> <p>I ribelli premono anche sulla città meridionale di Aden, dove si è rifugiato il deposto presidente Abd Rabbo Mansour Hadi, che martedì aveva fatto appello alle monarchie del Golfo Persico e all’Onu perché intervenissero.</p> <p>Le forze fedeli al presidente affermano di aver riconquistato l’aeroporto che era finito sotto il controllo degli houthi.</p>