ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Yemen, raid aerei sauditi su Sanaa. I ribelli: "colpiti civili"

L'Arabia: "faremo di tutto perché il Paese non cada in mano alle milizie sciite".

Lettura in corso:

Yemen, raid aerei sauditi su Sanaa. I ribelli: "colpiti civili"

Dimensioni di testo Aa Aa

Raid aerei sauditi, nella notte tra mercoledì e giovedì, su un sobborgo a nord della capitale yemenita Sanaa.

L’Arabia guida una coalizione di dieci Paesi, col supporto logistico degli Stati Uniti, il cui scopo è sconfiggere gli houthi,autori di un colpo di Stato.

La tv al-Masirah, controllata dai ribelli sciiti che hanno preso il potere nello Stato arabo, riferisce di numerosi civili, tra i quali donne e bambini, colpiti nel corso dei bombardamenti sauditi.

Il canale televisivo satellitare ha anche lanciato un appello perché personale medico raggiunga la Capitale e perché la popolazione partecipi a una marcia di protesta contro i raid, in programma giovedì.

Gli houthi godono del supporto dell’Iran, che però ha annunciato di non essere intenzionato a fornire aiuto per respingere gli attacchi aerei.

Il timore di un’escalation del conflitto è, comunque, forte.

“Faremo il necessario per proteggere il governo legittimo dello Yemen, per evitare che cada per mano delle milizie” ha detto l’ambasciatore saudita negli Stati Uniti Adel al-Jubeir. “Al momento ci sono gruppi ribelli in grado di utilizzare missili balistici, armi pesanti e persino le forze aeree”.

I ribelli premono anche sulla città meridionale di Aden, dove si è rifugiato il deposto presidente Abd Rabbo Mansour Hadi, che martedì aveva fatto appello alle monarchie del Golfo Persico e all’Onu perché intervenissero.

Le forze fedeli al presidente affermano di aver riconquistato l’aeroporto che era finito sotto il controllo degli houthi.