ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La nuova luna di miele tra Usa e Afghanistan

La nuova vita dell’alleanza tra Stati Uniti e Afghanistan. A termine della riunione a Camp David con il Presidente afgano Ashraf Ghani, in visita a

Lettura in corso:

La nuova luna di miele tra Usa e Afghanistan

Dimensioni di testo Aa Aa

La nuova vita dell’alleanza tra Stati Uniti e Afghanistan. A termine della riunione a Camp David con il Presidente afgano Ashraf Ghani, in visita a Washington, il Segretario di Stato Americano John Kerry ha ribadito che le relazioni tra i due Paesi sono indissolubili ed ha annunciato nuovi aiuti per Kabul. Nessun riferimento al tema più spinoso, quello dell’agenda del ritiro definitivo delle truppe americane dal Paese.

“Ho oggi il piacere di annunciare un piano per creare nuove partnership di sviluppo, in linea con l’agenda delle riforme del governo. Un partenariato che promuoverà la capacità dell’Afghanistan di gestirsi in autonomia facendo ricorso a un fondo da 800 milioni di dollari di aiuti per iniziative e misure faro per le riforme in Afghanistan” ha detto Kerry.

Ashraf Ghani, al potere da 6 mesi, è il simbolo dei nuovi rapporti tra Washington e Kabul dopo l’ultima, complicata fase della presidenza Karzai. Oggi il Presidente afgano incontrerà il Capo della Casa Bianca Barack Obama.

“Si tratta di un partenariato cruciale” ha detto Ghani. “E siamo davvero onorati che queste relazioni vengano trasformate in un rapporto sul lungo periodo”.

Gli aiuti americani serviranno, tra l’altro, a mantenere il contingente delle truppe afgane al livello attuale, di circa 352.000 unità. Oggi Obama dovrebbe annunciarne il finanziamento all’orizzonte 2017.

Il nostro corrispondente Stefen Grobe: “Sono ormai lontani i giorni dell’esasperazione di Washington nei confronti dell’ex-Presidente afgano Hamid Karzai. Più di una volta Karzai ha criticato le politiche americane e messo alla prova la buona volontà dell’amministrazione Obama. Il governo d’unità nazionale di Ashraf Ghani sembra ora offrire nuove promesse per una più fruttuosa partnership con gli Stati Uniti”.