ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Spagna. Regionali Andalusia: Psoe non indietreggia, exploit di Podemos

Susana Dìaz festeggia un risultato che lei stessa non immaginava d’ottenere alla vigilia del voto. Nelle elezioni regionali spagnole in Andalusia il

Lettura in corso:

Spagna. Regionali Andalusia: Psoe non indietreggia, exploit di Podemos

Dimensioni di testo Aa Aa

Susana Dìaz festeggia un risultato che lei stessa non immaginava d’ottenere alla vigilia del voto. Nelle elezioni regionali spagnole in Andalusia il Partito Socialista (Psoe) mantiene la propria posizione: conferma i 47 seggi che già aveva nella precedente legislatura, resta privo della maggioranza assoluta nel Parlamento (in cui siedono 109 deputati) ma non indietreggia.

La vera protagonista del voto è Teresa Rodriguez, la leader regionale del partito anti-austerità Podemos che con 15 seggi rappresenta ora la terza forza politica.

“Siamo noi i protagonisti di questo cambiamento” ha detto davanti ai militanti del partito dopo aver conosciuto i risultati. “Siamo noi i protagonisti della creazione di nuove alternative, della creazione di nuove iniziative dal basso per rispondere alle tante urgenze della maggioranza della popolazione nel nostro Paese. La scena politica in Andalusia e in Spagna è già cambiata”.

Escono nettamente perdenti da queste elezioni i Popolari del Primo Ministro Mariano Rajoy che ottengono solo 33 seggi, 17 in meno rispetto alla precedente legislatura.

Il nostro inviato a Siviglia Paco Fuentes: “I socialisti conservano il potere ma le regionali in Andalusia hanno aperto un nuovo capitolo per il Parlamento che conta ormai 5 gruppi politici. Il Partito Popolare è il grande perdente di queste elezioni”.