ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, Poroshenko a euronews: "Crimea è un hub militare di Mosca

Crimea, sanzioni, accordi con Bruxelles per trovare una soluzione alla crisi in Ucraina. Temi che il presidente ucraino Petro Poroshenko ha

Lettura in corso:

Ucraina, Poroshenko a euronews: "Crimea è un hub militare di Mosca

Dimensioni di testo Aa Aa

Crimea, sanzioni, accordi con Bruxelles per trovare una soluzione alla crisi in Ucraina. Temi che il presidente ucraino Petro Poroshenko ha affrontato nell’intervista con il nostro corrispondete a Kiev Sergio Cantone.

Petro Poroshenko, presidente dell’Ucraina: “Questo è un test importante per l’Unione europea perchè da un lato Ue e Russia parlano di soldi, di sanzioni almeno questo è quanto sostiene Mosca. Mentre l’Unione Europea e l’Ucraina parlano di valori. Si tratta di due piani completamente diversi: valori e denaro. Sono assolutamente sicuro che l’Unione e tutti i leader dei paesi membri supereranno la prova. Cosa ci aspettiamo? Che Bruxelles punti a mantenere l’unità e non intendo solo unità all’interno dell’UE. Parlo di unità del mondo intero: Stati Uniti, Canada, Giappone, Australia, Svizzera. Ci aspettiamo una reazione molto, molto forte, se la Russia non rispetterà gli accordi di Minsk, se non lascerà la Crimea, le sanzioni dovranno essere rinegoziate o inasprite”.

Sergio Cantone, euronews: “Lei teme che la Crimea possa diventare un hub militare?”

Poroshenko: “Di fatto è già un hub militare e, da quello che ho inteso, lo ha dichiarato anche il presidente russo, Mosca ha piazzato lì i suoi missili, ed è in grado di portarci anche le armi nucleari. In questo caso non è una questione di indipendenza dell’Ucraina o di sovranità sulla Crimea. E’ una questione estremamente pericolosa perchè si rischia un’escalation del conflitto in tutta la regione del Mar Nero. Un missile è in grado di raggiungere facilmente diversi Stati membri della NATO e questo potrebbe provocare diverse reazioni. Un altro problema della Crimea è la situazione umanitaria. Mi riferisco a una brutale violazione dei diritti umani. I tartari di Crimea, che sono oltre 300.000 persone, vivono sono sotto pressione. I leader di questa gente sono stati arrestati, sono in priogione, proprio come quando c’era Stalin.”

L’intervista integrale con Poroshenko sarà in onda oggi su euronews.