This content is not available in your region

Tunisi si stringe attorno aI turisti colpiti "Attaccare gli ospiti è peccato mortale!"

Access to the comments Commenti
Di Stefano Cutillo
Tunisi si stringe attorno aI turisti colpiti "Attaccare gli ospiti è peccato mortale!"

<p>Tunisi reagisce all’assalto dei terroristi che nessuno sembra dubitare fossero militanti islamici. </p> <p>Già nel pomeriggio decine di persone erano accorse di fronte al Museo del Bardo, nei pressi del parlamento, per sostenere le forze dell’ordine ed esprimere solidarietà ai turisti sotto attacco. </p> <p>“Amo la Tunisia” dice una turista francese, circondata dal sostegno dei locali dopo essere uscita indenne dal museo. <br /> “Vengo spesso e ringrazio i militari che ci hanno protetto”. </p> <p>Il sostegno alle forze dell’ordine è uno degli slogan delle manifestazioni che si sono tenute in serata nella capitale tunisina. <br /> A loro ed ai turisti. <br /> “Uccidono continuamente uomini delle forze dell’ordine ed ora i turisti. Erano venuti da ospiti nel nostro Paese. <br /> Colpire gli ospiti è ‘Haram’: peccato mortale” commenta una donna. </p> <p>Un sentimento di ospitalità che a decine sono accorsi a testimoniare ai turisti scampati all’assalto. <br /> Per il Paese simbolo della primavera araba – sinora l’unico che sia riuscito a gestire una transizione democratica senza scosse – i turisti sono ospiti. Il nemico sono i terroristi.</p>