ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le urne si avvicinano, per Londra una legge di bilancio dal sapore "elettorale"

Lettura in corso:

Le urne si avvicinano, per Londra una legge di bilancio dal sapore "elettorale"

Dimensioni di testo Aa Aa

Austerity sì, ma senza dimenticare che tra sette settimane ci sono le elezioni politiche. È un George Osborne stretto tra promesse di riduzione del deficit ed esigenze elettorali quello che mercoledì ha presentato la legge di bilancio.

Il ministro delle Finanze della Gran Bretagna ha alzato le previsioni di crescita e abbassato quelle di disoccupazione. Inoltre, ha difeso le politiche di tagli e sacrifici di questi ultimi anni: hanno funzionato, non bisogna mollare la presa proprio ora.

“Oggi posso confermare – ha detto Osborne in Parlamento – che, nell’ultimo anno, siamo cresciuti più velocemente di qualsiasi altra economia avanzata del pianeta. Nessuna spesa senza coperture, nessun debito straordinario irresponsabile, nessun regalo di breve termine potrà mai cominciare ad aiutare davvero le persone quanto i benefici di lungo termine di un’economia in ripresa”.

Accusato dai laburisti di favorire i ricchi, il governo ha annunciato una serie di nuove misure: la revisione della tassa di successione (i più abbienti pagheranno di più), una stretta contro l’evasione fiscale, l’aumento dell’imposizione sulle banche e, per le persone fisiche, il progressivo sollevamento della soglia di esenzione dalle imposte sul reddito.

Tra le altre novità: il congelamento delle accise sulla benzina, il taglio di quelle sugli alcolici e gli sgravi fiscali all’industria petrolifera nel Mare del Nord, oggi in difficoltà a causa del crollo dei prezzi del greggio.

I fondi a copertura? Osborne ha promesso un alleggerimento del rigore fiscale: il surplus previsto per l’anno 2019-20 è stato rivisto al ribasso da 23 a 7 miliardi di sterline.