ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Anche l'Italia nella banca per lo sviluppo voluta da Pechino. Ira di Washington

Lettura in corso:

Anche l'Italia nella banca per lo sviluppo voluta da Pechino. Ira di Washington

Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo la Gran Bretagna, anche Italia, Francia e Germania entrano nella sfera d’influenza economica cinese? Così sembrerebbe, a giudicare dalla reazione stizzita di Washington alla notizia che i quattro Paesi europei diventeranno membri fondatori della Banca Asiatica per gli Investimenti Infrastrutturali.

Lanciata a ottobre come veicolo per finanziare reti di trasporto, energia e telecomunicazioni nelle regioni asiatiche, il nuovo organismo, voluto da Pechino, si pone in diretta concorrenza con la Banca Mondiale. E, soprattutto, con la Asian Development Bank, di cui il principale promotore è il Giappone, alleato degli Stati Uniti e rivale della Cina nella regione.