ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'eclissi solare: dove, quando e come vederla

La mattina del 20 marzo si verificherà un’eclissi solare totale, che può essere osservata soltanto in forma parziale quasi ovunque in Europa

Lettura in corso:

L'eclissi solare: dove, quando e come vederla

Dimensioni di testo Aa Aa

La mattina del 20 marzo si verificherà un’eclissi solare totale, che può essere osservata soltanto in forma parziale quasi ovunque in Europa.

Dove vederla

L’eclissi è visibile in Europa, in gran parte della Siberia, in Nordafrica, Turchia, Israele e territori palestinesi, Giordania, Libano, Siria, Iraq, nel nord dell’Iran, nelle zone settentrionali dell’Asia centrale, in Mongolia e nel nord-ovest della Cina.
Gli unici posti dove l’eclissi può essere osservata come totale sono le isole Faroe e le Svalbard.

La copertura totale del sole da parte della luna in Europa sarà visibile inizialmente a Zahora, vicino Cadice in Spagna, alle 8,57. In Italia il fenomeno inizierà tra le 9,16 e le 9,30 a seconda della località. Intorno alle 11.45 la Luna uscirà definitivamente dal disco solare.

La causa dell’eclissi solare

Avviene quando Sole, Luna e Terra sono allineati e la Luna getta un cono d’ombra sulla Terra. Un’eclissi solare totale può essere vista soltanto su circa lo 0.4% della superficie terrestre, ossia la zona coperta dall’ombra della Luna.

Durata

In teoria la durata massima di un’eclissi solare totale è di 7 minuti e 33 secondi. Il 20 marzo sarà di 2’46“09 nell’Atlantico settentrionale, a sud-est dell’Islanda e a nord delle Isole Faroe (alle 10,45).

Come osservarla: attenzione alla vista

Cercate un chiaro punto d’osservazione del sole qualche giorno prima dell’eclissi, il tetto di un edificio oppure una zona di montagna. Ma occorre fare attenzione: questo fenomeno non va osservato a occhio nudo e neppure con binocoli o telescopi, poiché potreste subire gravi danni alla vista. Occorre indossare occhiali protettivi concepiti per le eclissi solari. Esistono filtri appositi per telecamere e macchine fotografiche, reperibili nei negozi di materiale astronomico. E’ importante non ricorrere a soluzioni fai-da-te come vecchie pellicole, radiografie o normali occhiali da sole.