ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Assad risponde a Kerry: "Sul mio destino decidono solo i siriani"

Il presidente siriano Bashar al-Assad incassa la svolta statunitense nei confronti di Damasco. Al segretario di Stato John Kerry, che in una

Lettura in corso:

Assad risponde a Kerry: "Sul mio destino decidono solo i siriani"

Dimensioni di testo Aa Aa

Il presidente siriano Bashar al-Assad incassa la svolta statunitense nei confronti di Damasco.

Al segretario di Stato John Kerry, che in una intervista ha auspicato trattative col governo siriano per mettere fine alla crisi, Assad ha ribadito che sul suo futuro gli unici che possono decidere sono i siriani.

“Per ora stiamo ascoltando delle dichiarazioni. Aspetteremo di vedere azioni concrete e poi decideremo”.
“Sebbene si continui a parlare se resto o se vado, voglio sottolineare che su questa materia è il popolo siriano ad avere l’ultima parola. Qualunque cosa si sia detta, dall’inizio della crisi quattro anni fa ad oggi, non ci riguarda”.

L’apertura di Washington non trova il consenso di tutti. Il governo turco, schierato coi ribelli sunniti, ha espresso una posizione critica, e anche il ministro degli Esteri francese, Fabius, ha escluso trattative dirette con al-Assad.