ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Armi pesanti, la Cina è diventata il terzo esportatore mondiale

Lettura in corso:

Armi pesanti, la Cina è diventata il terzo esportatore mondiale

Dimensioni di testo Aa Aa

Nonostante le rassicurazioni di Pechino che la Cina non intende destabilizzare nessuno, la notizia che il Paese asiatico è diventato il terzo maggior esportatore d’armi pesanti del pianeta farà storcere il naso a molti.

Ancora di più: secondo i dati raccolti dall’Istituto Internazionale di Ricerche sulla Pace di Stoccolma (SIPRI), nel quinquennio 2010-2014 il volume di armamenti recapitato dalla seconda economia mondiale è cresciuto del 143%.

In questo modo la Cina ha strappato alla Germania il terzo posto della classifica degli esportatori d’armi, guidata da Russia e Stati Uniti. Per quanto riguarda le importazioni, i cinque principali Paesi (India, Arabia Saudita, Cina, Emirati e Pakistan) rappresentano un terzo del totale.

In Europa le importazioni di armi pesanti sono scese del 36%. Dalle parti del Vecchio Continente si segnalano le importazioni di armi pesanti più che triplicate per l’Azerbaigian, impegnato in una disputa territoriale con l’Armenia per il Nagorno Karabakh.

Nello scacchiere orientale (preoccupazioni a parte) l’aggressività di Mosca non ha avuto grossi effetti sulla politica di armamenti: gli Stati confinanti come la Polonia e l’Estonia hanno ricevuto carri armati, missili e altri mezzi, ma, sottolineano dall’istituto, sempre come parte di piani già predisposti in precedenza.