ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Come veste Parigi

Lettura in corso:

Come veste Parigi

Dimensioni di testo Aa Aa

Tutti alla Brasserie Gabrielle: sempre in gonna, con le nuove versioni delle giacchette Coco e le classiche scarpe Chanel beige a punta nera. Karl

Tutti alla Brasserie Gabrielle: sempre in gonna, con le nuove versioni delle giacchette Coco e le classiche scarpe Chanel beige a punta
nera. Karl Lagerfeld è un fan delle scenografie grandiose. Questa volta ricostruisce una
classica trattoria parigina sotto le cupole del Gran Palais, intitolandola al vero nome della fondatrice. Le modelle sfilano e poi si accomodano ai tavoli.

Tanto tweed bouclé per nuove giacche e tante gonne, diritte o a pieghe, arricciate o a corolla, appena sopra il ginocchio.

La stilista olandese Iris Van Herpen ha collaborato con la polacca Aleksandra Gaca per la collezione autunno/inverno e la creazione di tessuti tridimensionali.

Van Herpen ha chiamato la sua nuova collezione ‘Hacking Infinity’ caratterizzandola con pezzi fatti a mano che incorniciano le modelle che a tratti diventano donne ventaglio. Il cerchio e le sue varianti sono infatti la geometrica essenziale della collezione. Van Herpen ha collaborato inoltre con l’architetto canadese Philip Beesley per le sue collezioni di abiti digitali.

Uno stile vittoriano moderno è quello che abita nella sfilata targata Alexander McQueen. La stilista Sarah Burton manda le sue modelle a passeggiare fra le architetture gotiche di Parigi per assorbirne tutto l’iperbolico rigore.

Sarah Burton è stata nominata al vertice creativo della masion dopo il suicidio del genio Alexander McQueen avvenuto nel February 2010. Una perdita che lascia ancora sgomenti.