ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Le truppe irachene a Tikrit, battaglia in corso per scacciare l'Isil

Alla testa di esercito e sciiti è stato visto un generale iraniano, le sue foto sui social network.

Lettura in corso:

Le truppe irachene a Tikrit, battaglia in corso per scacciare l'Isil

Dimensioni di testo Aa Aa

Potrebbe essere ormai questione di ore la completa riconquista di Tikrit. Le truppe irachene, supportate da milizie sciite, controllano già ampie zone della città.

Prosegue l’avanzata antijihadista, dopo che martedì era stata ripresa la vicina città di al-Alam, situata a soli otto chilometri da quella che diede i natali a Saddam Hussein. I terroristi dell’Isil l’avevano conquistata a giugno.

Il completamento dell’operazione rappresenterebbe un viatico per la riconquista di Mosul, la seconda città irachena, divenuta dalla scorsa estate quartier generale del sedicente Stato islamico in Iraq.

Dopo una settimana di intense battaglie, i jihadisti hanno cominciato a battere in ritirata verso nord.

Ma lo scontro non è ancora concluso. Sui tetti resistono alcuni cecchini e numerosi edifici sono stati minati.

E resta il timore di come potrebbero comportarsi i liberatori, in particolare quelli delle milizie, verso la popolazione civile sunnita, confessione messa ai margini della società irachena dopo la caduta di Saddam Hussein e alla quale appartengono buona parte dei militanti dell’Isil.

L’offensiva lanciata dieci giorni fa per riprendere Tikrit è guidata sul campo, secondo quanto riporta il Newsweek, da un generale iraniano: Qasem Soleimani.

Si tratta dell’ex leader ombra della Quds Force, il braccio speciale del Corpo delle guardie della rivoluzione islamica iraniano.

Fotografie del generale sono state scattate alla periferia di Tikrit e diffuse sui social media.

La presenza di Soleimani rivela il ruolo preponderante che l’Iran sta assumendo nella lotta all’Isil. Un’arma da contrapporre, nel mondo arabo, alla lentezza di reazione mostrata dalle forze occidentali.