ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Putin: ecco come e quando ho deciso l'invasione della Crimea

Ecco come e quando ho avviato il piano d’invasione della Crimea. Parola del Presidente russo Vladimir Putin. A meno di due settimane dalle

Lettura in corso:

Putin: ecco come e quando ho deciso l'invasione della Crimea

Dimensioni di testo Aa Aa

Ecco come e quando ho avviato il piano d’invasione della Crimea. Parola del Presidente russo Vladimir Putin. A meno di due settimane dalle indiscrezioni pubblicate da quotidiano d’opposizione ‘Novaya Gazeta’ sul fatto che l’annessione della Crimea e la guerra nel Donbass fanno parte di un piano prestabilito del Cremlino, la tv russa ha diffuso ieri alcune anticipazioni del documentario in cui Putin racconta i dettagli.

La notte del 22 febbraio 2014, dopo la caduta di Viktor Yanukovich, in un vertice con i servizi segreti e il Ministero della Difesa durato tutta la notte, Putin dà l’ordine:

“Abbiamo finito alle 7 del mattino” racconta, seduto nel suo ufficio, un’inquadratura alternata ad immagini di blindati ed elicotteri dell’aviazione militare. “Quando stavamo per andare via ho detto ai miei colleghi dobbiamo cominciare a lavorare a un piano per riportare la Crimea in Russia”.

È il 27 febbraio quando un commando militare senza insegne di riconoscimento prende il controllo del Parlamento regionale della Crimea.

Dovranno passare due mesi prima che il Presidente russo ammetta che sì, dietro alle forze di auto-difesa della Crimea c’erano i militari inviati del Cremlino. Un’ammissione fatta il 17 aprile durante il dibattito con il pubblico, negando invece la presenza dell’esercito di Mosca nell’Est dell’Ucraina.

Dall’invasione all’annessione di fatto il passo è breve: il 16 di marzo un referendum organizzato sotto il controllo dell’esercito sancisce l’indipendenza della penisola ucraina. Il 21 di marzo Putin firma il documento di un’annessione che l’Ucraina e i Paesi occidentali considerano una violazione del diritto internazionale.