This content is not available in your region

Ciclismo: un dossier della CIRC accusa l'UCI di aver coperto Lance Armstrong

Access to the comments Commenti
Di Cinzia Rizzi
Ciclismo: un dossier della CIRC accusa l'UCI di aver coperto Lance Armstrong

<p>E’ stato pubblicato lunedi’ dalla commissione indipendente di riforma del ciclismo (<span class="caps">CIRC</span>) un rapporto di 227 pagine sul doping. Un dossier sugli anni bui delle due ruote, quest’ultimo quarto di secolo, durante i quali l’<span class="caps">UCI</span> avrebbe favorito alcuni corridori dopati. Tra i vari nomi, spicca quello di Lance Armstrong. </p> <p>L’americano sarebbe stato coperto dall’allora presidente Hein Verbruggen, che in quegli anni dichiarava: ‘‘E’ vero, i controlli non sono molto efficaci, perchè i prodotti che vengono utilizzati non possono essere rilevati in laboratorio”, spiegava nel ’98 il dirigente sportivo olandese. “Ma non è un problema solo nostro, bensi’ dello sport in generale”. </p> <p>Non sono state trovate prove legate a delle donazioni sospette che l’<span class="caps">UCI</span> avrebbe ricevuto da Armstrong, per coprire i risultati dei test. Ma la federazione è accusata di non aver reso pubblici diverse volte i risultati di alcuni controlli, per permettere ai medici dei ciclisti di firmare ricette a posteriori, che giustificavano certe sostanze. Come accadde ad esempio nel Tour de France ’99, quando lo statunitense fu trovato positivo ai corticosteroidi. Oggi, dopo la confessione-shock da Oprah Winfrey del gennaio 2013, tutti conoscono la verità. La stessa, che è contenuta in questa inchiesta durata 13 mesi. </p> <p>‘‘Ecco il dossier completo in inglese’‘:http://medias.lequipe.fr/doc-redac-pdf/rapport-circ/1500000000535327</p>