This content is not available in your region

Arabia Saudita, USA, Corea del Sud. Chi compra e chi cresce sul mercato delle armi

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Arabia Saudita, USA, Corea del Sud. Chi compra e chi cresce sul mercato delle armi

<p>L’Arabia Saudita ne acquista sempre di più, gli Stati Uniti si riempiono le tasche e il mercato degli armamenti ringrazia, ostentando una forma smagliante. </p> <p>E’ quanto emerge da uno <a href="http://press.ihs.com/press-release/aerospace-defense-terrorism/saudi-arabia-replaces-india-largest-defence-market-us-ihs">studio condotto in 65 paesi dalla statunitense <span class="caps">IHS</span> Inc.</a>- per analizzare le tendenze del mercato globale degli equipaggiamenti militari.</p> <h3>Il boom del mercato globale</h3> <p>Trainate dalle tensioni regionali in Medio Oriente e dalla domanda record di aerei militari da parte delle economie emergenti, le vendite globali sono salite nel 2014 per il sesto anno consecutivo, passando a un volume complessivo di quasi 60 miliardi di euro, pari a un incremento del 13,4%.</p> <h3>Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti: armati fino ai denti</h3> <p>Con un volume di acquisti equivalente a circa 6 miliardi di euro, l’Arabia Saudita scavalca l’India (ferma a circa 5 miliardi) e conquista la palma del primo importatore mondiale. Il sorpasso è dovuto<br /> a un incremento degli import del 54%, secondo il report della <span class="caps">IHS</span> destinato pressoché a ripetersi nel 2015, con un ulteriore aumento del 52%. A titolo indicativo si consideri che Arabia Saudita ed Emirati Arabi Uniti hanno da soli importato più armamenti che tutti i paesi dell’Europa occidentale messi insieme.</p> <h3> Cina e Corea del Sud: l’Asia che vende e che compra</h3> <p>All’ombra della Cina, che passa dal quinto al terzo posto tra i paesi importatori, si consolida poi in Asia la posizione della Corea del Sud, che il rapporto descrive come “stella nascente” del quadrante Asia-Pacifico, sul fronte dell’export.</p> <h3>Stati Uniti e Russia: la guerra fredda dell’export</h3> <p>Principali beneficiari dell’aumentato volume d’affari sono gli Stati Uniti, che nel 2014 confermano la propria leadership fra i paesi esportatori, con vendite per l’equivalente di quasi 22 miliardi di euro, pari a un terzo di quelle globali.Seconda come l’anno precedente la Russia, principale fornitore d’armi della Cina, per cui il rapporto prevede tuttavia una contrazione nel 2015, dovuta anche all’effetto delle sanzioni internazionali. </p> <h3>L’Europa che insegue (anche con Airbus)</h3> <p>Francia, Regno Unito e Germania si confermano appena dietro al 3°, 4° e 5° posto fra i paesi esportatori. Più sensibili variazioni, fra i primi dieci, sono l’ascesa dell’Italia dall’ottava alla sesta posizione e l’entrata in top ten della Spagna, che scalza la Svezia alla nona. </p> <p>Sostanzialmente invariata anche la classifica delle principali compagnie esportatrici. A fare la parte del leone le statunitensi, con Boeing che si conferma in testa davanti a Lockheed Martin, in recupero al secondo posto su Raytheon, che scivola al terzo. Quarta come nel 2013 l’europea Airbus.</p>