ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mali, dopo l'attentato la Francia al fianco del governo per la sicurezza del Paese

E’ massima allerta per gli occidentali residenti in Mali dopo l’attentato a Bamako. Parigi ha invitato i connazionali a prestare la massima

Lettura in corso:

Mali, dopo l'attentato la Francia al fianco del governo per la sicurezza del Paese

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ massima allerta per gli occidentali residenti in Mali dopo l’attentato a Bamako. Parigi ha invitato i connazionali a prestare la massima attenzione. L’attacco è stato condannato da più parti, Stati Uniti e Francia in primis. Il segretario di Stato Usa, John Kerry, a Parigi per un incontro dedicato alla politica estera, ha rilasciato una conferenza stampa assieme al ministro degli Esteri francese Laurent Fabius, che ha condannato l’atto terroristico.
Anche il ministro degli Esteri belga Didier Reynders ha parlato di terrorismo, condannando “il vile e spaventoso terrore che ci ha colpiti”.
Secondo l’alto rappresentante per la politica estera europea Federica Mogherini l’attacco “rafforza l’importanza di concludere un accordo di pace in Mali e la determinazione ad aiutare la lotta al terrorismo nella regione”.

L’attentato è stato condotto nel momento in cui i ribelli Tuareg del Nord sono sotto la pressione dell’Onu per firmare un accordo di pace con il governo entro fine marzo.
Il presidente francese e quello del Mali hanno deciso di prendere misure comuni per rafforzare la sicurezza nel Paese.