ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

S.Corea: gli inquirenti verificano i legami con Pyongyang dell'uomo che ha aggredito l'ambasciatore statunitense

80 punti di sutura che non mancheranno di invelenire ulteriormente il clima tra le due coree: dopo l’aggressione subita dall’ambasciatore

Lettura in corso:

S.Corea: gli inquirenti verificano i legami con Pyongyang dell'uomo che ha aggredito l'ambasciatore statunitense

Dimensioni di testo Aa Aa

80 punti di sutura che non mancheranno di invelenire ulteriormente il clima tra le due coree: dopo l’aggressione subita dall’ambasciatore statunitense a Seoul, Mark Lippert, ferito ieri alla guancia, gli inquirenti sud-coreani verificano i legami dell’aggressore con la Corea del Nord.
Il primo ministro di Seoul ha reso visita al diplomatico in ospedale: una visita per esprimere solidarietà, ma anche per verificare che le relazioni tra i due paesi non subiscano rallentamenti a causa dell’incidente.

“Ho detto all’ambasciatore che spero che l’alleanza tra Stati Uniti e Corea del Sud possa divenire anche più forte, facendo di questo episodio un catalizzatore. Si è detto d’accordo, non ci sono dubbi sul fatto che le relazioni restano forti”.

L’aggressore è un cinquantacinquenne, fervente nazionalista pan-coreano, convinto che Washington sia il principale ostacolo alla riunificazione. Gli inquirenti notano che ha effettuato un numero rilevante di viaggi in Corea del Nord, ma per ora lo considerano un “lupo solitario”, benché le autorità di Pyongyang abbiano espresso compiacimento per il suo gesto.