ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina. Rischio isolamento per aree controllate da separatisti

Gli Stati Uniti e l’Unione Europea minacciano la Russia di adottare misure forti nel caso di rottura del cessate il fuoco nell’Est dell’Ucraina

Lettura in corso:

Ucraina. Rischio isolamento per aree controllate da separatisti

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli Stati Uniti e l’Unione Europea minacciano la Russia di adottare misure forti nel caso di rottura del cessate il fuoco nell’Est dell’Ucraina. Intanto nel Donbass le zone controllate dai ribelli rischiano di trasformarsi in aree d’isolamento. Un colonnello ucraino al check point di Kurakhove, ad Ovest di Donetsk:

“Questi posti di blocco sono finalizzati prima di tutto alla sicurezza delle persone che vivono in questo territorio” spiega. “In secondo luogo servono ad evitare il passaggio di sabotatori oppure di alcuni cittadini che possano fornire informazioni a gruppi armati illegali sulle operazioni dei nostri militari o più in generale sulla situazione in Ucraina”.

Una situazione che, unita all’effetto delle sanzioni contro la Russia, rende complesso l’approvigionamento in viveri e beni di prima necessità nelle aree controllate dai separatisti.

“Con gli alimenti è un bel problema, i soldati non ci lasciano passare” racconta un autotrasportatore che attende in una lunga fila di tir. “Sono loro che creano la divisione. Forse non se ne rendono conto ma così la gente si esaspera e si divide”.

Una situazione di tensione permanente, condita da accuse reciproche, ma difficilmente verificabili, di puntuali rotture del cessate il fuoco da ambo le parti. Secondo il comando delle truppe americane in Europa oltre 12.000 mila soldati russi sono dislocati nel Donbass.