ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sant'Anna di Crotone: un'eccellenza medica minacciata dai tagli alla Sanità

E’ un raro esempio di eccellenza nella sanità calabrese: l’Istituto di riabilitazione Sant’Anna di Crotone si prende cura di pazienti in coma

Lettura in corso:

Sant'Anna di Crotone: un'eccellenza medica minacciata dai tagli alla Sanità

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ un raro esempio di eccellenza nella sanità calabrese: l’Istituto di riabilitazione Sant’Anna di Crotone si prende cura di pazienti in coma, ponendosi come missione quella di farli uscire dallo stato vegetativo e di rieducarli ad una vita normale. Percorso difficile. Reso ancora più complicato ultimamente a causa dei tagli alla sanità di cui ha risentito, e parecchio, anche il Sant’Anna.

Maria è la mamma di vincenzo, paziente della clinica da 7 anni e racconta quanti progressi ha fatto suo figlio in questa clinica. Si trova ancora lì, il suo percorso di riabilitazione é ancora lungo.
Giovannina, invece, dopo il risveglio è tornata a casa, ma è sempre sotto controllo dei dottori. A prendersi cura di lei la figlia Maria Teresa. I medici che l’hanno seguita in questi 5 anni, ora la seguono via Skype. Il sistema di assistenza integrata a domicilio ricorre alla tecnologia e al training dei familiari per dare ai pazienti la stessa qualità di cure dell’ospedale. Ma costa al sistema di assistenza molto meno.
Il fondatore della clinica, Giovanni Pugliese, racconta che, nonostante il governo consideri il Sant’Anna un’eccellenza, la scure si è abbattuta indiscriminatamente su tutti gli ospedali della Regione. Ed è stato costretto a ridurre del 20% il proprio personale.