ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Nemtsov: in migliaia a camera ardente, folta rappresentanza governo

Migliaia di persone si sono messe in coda a Mosca, al centro Sakharov, dove è stata allestita la camera ardente per Boris Nemtsov, il leader

Lettura in corso:

Nemtsov: in migliaia a camera ardente, folta rappresentanza governo

Dimensioni di testo Aa Aa

Migliaia di persone si sono messe in coda a Mosca, al centro Sakharov, dove è stata allestita la camera ardente per Boris Nemtsov, il leader dell’opposizione assassinato nella notte tra venerdì e sabato.
Accanto al feretro c’erano la madre, l’ex moglie e i figli. L’ultima compagna, la modella ucraina che l’accompagnava la notte in cui è stato ucciso, è già rientrata in patria:

“La sua morte è una tragedia per tutti noi, quantomeno per il fatto che era una delle persone più aperte che guidavano il movimento di quelli che non sono d’accordo con le politiche attuali”, dice un’insegnante.

“La sua morte ha aperto gli occhi, ha risvegliato e riattivato quelli che sono ancora in grado di pensare. Ha dimostrato loro che l’ingiustizia e la corruzione non si possono accettare, che dobbiamo combattere, dobbiamo organizzarci per cambiare le cose”, aggiunge un conoscente di Nemtsov, un attivista venuto da Kazan.

Nella camera ardente c’era anche un’ampia rappresentanza governativa: dai due vice-premier alla portavoce del premier, e poi c’era l’ex premier Mikhail Kasianov, da tempo passato all’opposizione, e c’era anche l’ambasciatore degli Stati Uniti. Poi ai funerali, al cimitero Troyekurovskoyei, lo stesso in cui giace Anna Politkovskaya, Nemtsov è stato salutato tra gli altri dalla figlia di Eltsin, dall’ex leader del partito liberale Iabloko, mentre non c’era Alexiei Navalny, il blogger anti-Putin attualmente detenuto. Impedita la partecipazione anche a un’eurodeputata lituana.