ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Austria: primi pazienti con arti bionici. La fantascienza diventa realtà

I pazienti austriaci sono le prime persone al mondo ad essere dotati di protesi elettoniche, di arti, per meglio dire, che aiuteranno pazienti che

Lettura in corso:

Austria: primi pazienti con arti bionici. La fantascienza diventa realtà

Dimensioni di testo Aa Aa

I pazienti austriaci sono le prime persone al mondo ad essere dotati di protesi elettoniche, di arti, per meglio dire, che aiuteranno pazienti che hanno subito traumi e amputazioni.

A rendere possibile questa innovazione l’azienda Otto Both, branca austriaca di un’azienda tedesca. L’articolo sulla prestigiosa rivista the Lancet ha confermato i primi tre pazienti ad essere dotati di questi arti elettronici.

Spiega un dottore: “Stiamo parlando di pazienti che non hanno potuto avere arti per circa dieci, quindici anni, e che sanno cosa vuol dire cosa significhi vivere senza mani”.

Fino a pochi anni sembrava fantascienza. Adesso è invece realtà. Gli arti elettronici funzionano con impulsi elettrici e resituiscono ai pazienti una parte di quella normalità perduta in anni passati.

Dice un paziente: “Per me è una cosa nuova. È dal 2001 che non potevo afferrare più nulla e non riuscivo ad aiutami con l’altra mano. Invece questo funziona a meraviglia. Mi sono abitutato e la mano è diventata parte di me. Adesso non potrei rinunciarci”.

La produzione in serie di questi arti era iniziata nel 2007, ma solo adesso la tecnologia li ha resi davvero competitivi per il mercato. Una speranza di restituire alla loro quotidianità le vittime di incidenti.