This content is not available in your region

I fotografi del gruppo Me-Mo

Access to the comments Commenti
Di Euronews
I fotografi del gruppo Me-Mo

<p><strong>Manu Brabo</strong>, nato a Gijòn, in Spagna, classe 1981 è fotoreporter freelance. Il suo campo d’indagine si concentra sui tetri di guerra e sugli aspetti sociali dei conflitti. A partire dal 2007 ha seguito gli eventi, le rivolte e le rivoluzione di Haiti, Honduras, Kosovo, Libia, Egitto, Siria. Da circa un anno segue la crisi in Ucraina e fotografa il conflitto nel Donbass. Collaboratore di agenzie come Ap e Epa, le sue immagini sono state pubblicate sui più importanti quotidiani e riviste internazionali. Nel 2013 è stato insignito del premio Pulitzer per la copertura della guerra civile in Siria.</p> <p>España, 1981 <a href="http://www.manubrabo.eu/">manubrabo.eu</a></p> <p><img src="https://static.euronews.com/articles/299832/500x500_1802-Manu-brabo.jpg"></p> <p><strong>Fabio Bucciarelli</strong>, nato a Torino nel 1980, è un fotoreporter che si concentra in particolare sulle conseguenze umanitarie della guerra. Il suo campo d’azione ha privilegiato i conflitti in Africa e Medio Oriente. Ha seguito l’insurrezione e la rivoluzione in Libia sino alla caduta e all’uccisione di Muammar Gheddafi. In Africa ha lavorato in Paesi come il Mali e il neonato Sud Sudan, sempre guidato dall’urgenza di portare all’ascolto del pubblico le storie delle popolazioni oppresse e dimenticate. Il suo progetto Battle To Death sulla guerra civile in Siria gli è valso, nel 2013, la Robert Capa Gold Medale.</p> <p>Italia, 1980 <a href="http://www.fabiobucciarelli.com/">fabiobucciarelli.com</a></p> <p><img src="https://static.euronews.com/articles/299832/500x500_1802-Fabio-bucciarelli.jpg"></p> <p><strong>Jose Colón</strong>, nato a Siviglia nel 1975, è cresciuto come fotogiornalista a Barcellona. Il suo lavoro è stato esposto in Spagna, Italia, <span class="caps">USA</span>, Germania, Francia e Brasile oltre che essere stato pubblicato in molte riviste internazionali. Ha collaborato con il Centro per la Cultura Contemporanea di Barcellona, il Museo della Storia di Barcellona e di Saragozza. Attualmente vive tra <span class="caps">BCN</span> e Siviglia, dove lavora come fotogiornalista collaborando con diverse testate e agenzie.</p> <p>Sevilla,1975 <a href="http://josecolon.net/">josecolon.net</a></p> <p><img src="https://static.euronews.com/articles/299832/500x500_1802-Joseu-Coloun.jpg"></p> <p><strong>Diego Ibarra Sánchez</strong>, nato a Saragozza, in Spagna, nel 1982, è un fotogiornalista attualmente basato in Libano. Interpreta la fotografia come un mezzo per relazionarsi con il mondo in grado di suscitare consapevolezza e pensiero critico. Ha trascorso 4 anni in Pakistan, diventando un punto di riferimento per grandi testate internazionali come il New York Times e Der Spiegel. Da diversi anni sta lavorando su un progetto personale sulla poliomielite.</p> <p>Spain,1982 <a href="http://www.diegoibarra.com/">diegoibarra.com</a></p> <p><img src="https://static.euronews.com/articles/299832/500x500_1802-Diego-Ibarra.jpg"></p> <p><strong>Guillem Valle</strong>, nato a Barcellona, classe 1983, comincia ad occuparsi di fotografia a 14 anni durante un viaggio-studio a Sarajevo. Da allora non ha mai abbandonato la sua passione ed ha lavorato in diversi paesi come il Libano, la Libia e la Siria. Ha vissuto diversi anni in Tailandia, documentando i conflitti dimenticati nel sud-est asiatico, lavorando per il New York Times, il Guardian e per il Wall Street Journal. Guillem ha vinto diversi premi fotografici come il World Press Photo e il Best of Photojournalism. Oggi sta lavorando su un progetto a lungo termine sulle nazioni non riconosciute come Stato.</p> <p>Spain, 1983 <a href="http://www.guillemvalle.net/">guillemvalle.net</a></p> <p><img src="https://static.euronews.com/articles/299832/500x500_1802-Guillem-Valle.jpg"></p>