ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia sul tavolo dell'Ecofin, ottimista il ministro Varoufakis

Fallito l’incontro all’eurogruppo, il dossier greco si sposta sul tavolo dell’Ecofin, la riunione dei ministri delle Finanze dell’Unione Europea, a

Lettura in corso:

Grecia sul tavolo dell'Ecofin, ottimista il ministro Varoufakis

Dimensioni di testo Aa Aa

Fallito l’incontro all’eurogruppo, il dossier greco si sposta sul tavolo dell’Ecofin, la riunione dei ministri delle Finanze dell’Unione Europea, a Bruxelles.

Ieri sera il ministro delle Finanze greco si è rifiutato di firmare il testo presentatogli, perché diverso da quello della Commissione al quale Atene aveva dato il proprio via libera.
Il documento della Commissione prevedeva l’estensione del programma di aiuti per quattro mesi, in cambio Atene si sarebbe impegnata a sospendere il programma di governo per sei mesi, a condizione di non vedersi imporre misure che creano recessione.

Ma Yanis Varoufakis è rimasto ottimista: “Non ho dubbi che entro le prossime 48 ore l’Europa si metterà d’accordo e ci proporrà un testo in modo da poter cominciare il vero lavoro e stabilire un terreno comune, per costruire un nuovo contratto tra Grecia ed Europa”.

Il presidente dell’eurogruppo Jeroen Dijsselbloem ha lanciato un ultimatum: Atene deve decidere entro venerdì se vuole o meno l’estensione del programma di aiuti che scade il 28 febbraio. “La miglior soluzione per le autorità greche è chiedere l’estensione del programma. Il motivo principale è che abbiamo bisogno di più tempo, viste le discussioni in corso su come i programmi dovrebbero funzionare e sul futuro accordo con la Grecia”.

Ad Atene centinaia di greci si sono riuniti di nuovo per esprimere sostegno al governo di sinistra e per dire no all’austerità. Un punto più volte ribadito nei negoziati con i partner europei. Un portavoce del governo ha affermato che Atene non firmerà la proroga neppure con una pistola alla tempia.