ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: tra Kiev e i separatisti accusa reciproca, violata la tregua

L’esercito ucraino e i separatisti si accusano reciprocamente di violare il cessate il fuoco. Almeno cinque soldati di Kiev sono morti vicino

Lettura in corso:

Ucraina: tra Kiev e i separatisti accusa reciproca, violata la tregua

Dimensioni di testo Aa Aa

L’esercito ucraino e i separatisti si accusano reciprocamente di violare il cessate il fuoco. Almeno cinque soldati di Kiev sono morti vicino Mariupol e i combattimenti sono ancora in corso.

Di conseguenza sia l’esercito ucraino che i separatisti hanno annunciato di non essere disposti a ritirare le armi pesanti entro le 48 successive all’entrata in vigore della tregua cominciata alla mezzanotte di domenica, come stabilito a Minsk.

“Le autorità ucraine non vogliono il cessate il fuoco”, dice Eduard Basurin, vice-ministro della Difesa dell’autoproclamata repubblica popolare di Donetsk. “Cercano di destabilizzare la situazione con vari mezzi”.

Gli scontri sono continuati attorno a Debaltseve, controllata da Kiev e obiettivo dei ribelli che si dicono pronti ad aprire un corridoio per far partire i soldati ucraini nel caso in cui questi abbandonassero le armi.

“Gruppi armati illegali hanno sferrato almeno 129 attacchi contro posti di blocco dell’operazione antiterrorismo con l’obiettivo di logorarci e di cacciarci gradualmente dai territori occupati”, afferma Andriy Lysenko, portavoce militare ucraino. “Sottolineo che i nostri soldati aprono il fuoco soltanto in risposta tali attacchi”.

Dal canto loro i separatisti accusano l’esercito ucraino di aver bombardato l’aeroporto di Donetsk, mentre nella zona si trovavano un responsabile del governo separatista e una trentina di giornalisti. Tra i principali campi di battaglia,l’aeroporto è ormai quasi completamente distrutto dopo mesi di scontri.