ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il peso della tregua in Ucraina sulle economie di Kiev e Mosca

Lettura in corso:

Il peso della tregua in Ucraina sulle economie di Kiev e Mosca

Dimensioni di testo Aa Aa

Quanto vale per le economie di Kiev e Mosca il cessate-il-fuoco appena concordato tra Ucraina e ribelli filo-russi? Cominciamo dalla prima: secondo il ministro delle Finanze, il conflitto costa circa 6 milioni di dollari al giorno. Una tregua duratura sarebbe dunque una ventata di ossigeno. Ma, anche in tal caso, i problemi sarebbero lontani dalla fine: l’inflazione sfiora il 25% e alla banca centrale rimangono solo 6,4 miliardi di dollari di riserve.

Non solo, spiega Boris Kushniruk: “La banca centrale dice che il disavanzo statale dell’Ucraina ha raggiunto i 5 miliardi di dollari l’anno scorso. E il problema rimarrà critico anche quest’anno”. Senza contare, ricorda l’economista, che il Paese aveva proprio in Mosca un partner commerciale vitale: “La domanda, quindi, diventa: fino a che punto il governo si spingerà per aiutare le imprese ad adattarsi alle richieste dell’Unione europea, in maniera tale che possano entrare nel mercato europeo il prima possibile”.

Lunedì il cessate-il-fuoco ha avuto effetti speculari sulle martoriate valute dei due Paesi. Il rublo russo ha riguadagnato terreno parte. La grivnia ucraina al contrario viaggia ormai a 26 sul dollaro. Questo, spiegano gli analisti, perché, mentre i guai di Kiev appaiono ormai endemici (tanto da richiedere un pacchetto di salvataggio dell’Fmi), i destini di Mosca appaiono più legati alle sanzioni economiche. Certo, per quest’anno una contrazione è prevista dallo stesso ministero delle Finanze russo. Ma un allentamento delle misure occidentali, unito ad un recupero del prezzo del petrolio, potrebbe capovolgere le sorti della Russia.