ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Copenhagen: sparatoria a incontro su libertà di espressione, un morto

Una sola persona ha attaccato il centro culturale di Copenhagen, in Danimarca, dove si svolgeva un dibattito su libertà di espressione e blasfemia

Lettura in corso:

Copenhagen: sparatoria a incontro su libertà di espressione, un morto

Dimensioni di testo Aa Aa

Una sola persona ha attaccato il centro culturale di Copenhagen, in Danimarca, dove si svolgeva un dibattito su libertà di espressione e blasfemia, sabato pomeriggio.

Lo ha confermato la polizia che ha diffuso la foto del sospetto. La prima ministra danese Helle Thorning-Schmidt, ha definito “attentato terroristico” la sparatoria, nella quale è rimasto ucciso un civile e tre agenti sono rimasti feriti.

All’incontro partecipava il vignettista svedese Lars Vilks, autore nel 2007 di numerose caricature del profeta Maometto rappresentato come un cane. Vilks da allora vive sotto protezione della polizia per le minacce ricevute da vari gruppi estremisti islamici.

Nella capitale danese la sicurezza è stata rafforzata.
Al dibattito era presente l’ambasciatore francese a Copenhagen François Zimeray che ha raccontato il momento dell’attacco all’agenzia di stampa France Presse
Chi ha sparato aveva la stessa intenzione degli attentatori di Charlie Hebdo, ha detto l’ambasciatore in riferimento agli attentati di Parigi avvenuti poco più di un mese fa.

Il presidente francese Francois Hollande ha espresso solidarietà alla prima ministra danese Helle Thorning-Schmidt. Il ministro degli esteri francese ha condannato con la più grande fermezza quello che ha definito un attentato terroristico.