ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: l'incerta tregua di un Paese diviso

Un accordo strappato dopo sedici ore di negoziati tra Merkel, Hollande, Putin e Poroshenko. Minsk 2 ha stabilito l’avvio di una tregua in Ucraina a

Lettura in corso:

Ucraina: l'incerta tregua di un Paese diviso

Dimensioni di testo Aa Aa

Un accordo strappato dopo sedici ore di negoziati tra Merkel, Hollande, Putin e Poroshenko. Minsk 2 ha stabilito l’avvio di una tregua in Ucraina a partire dal 15 febbraio, ma visti i precedenti, lo scetticismo è generale. Ripercorriamo la lunga notte di Minsk con la cronaca della svizzera RTS.

Verso le 20.30 di mercoledì, ora locale di Doneskt, i razzi cadono sulla roccaforte dei separatisti filorussi. Un cattivo presagio, dicono i residenti della città all’inviato speciale della spagnola TVE il mattino seguente.

Lo scetticismo si diffonde anche tra i soldati ucraini del 30esima Brigata Meccanizzata di stanza nei pressi di Debaltseve. Questa città è un importante nodo ferroviario nelle mani di Kiev, ma i separatisti la vogliono riprendere a tutti i costi. Il reportage di France 2 dal fronte.

L’accordo di Minsk fa sperare Kiev a un anno dalla protesta che ha rovesciato Yanukovich. Un barlume di speranza che non viene condiviso a est dell’Ucraina, sulla linea del fronte della guerra civile. Il reportage del Tg di Rai 3.