This content is not available in your region

Quali poteri a Obama per la lotta all'Isil?

Access to the comments Commenti
Di Euronews
Quali poteri a Obama per la lotta all'Isil?

<p>Tutti d’accordo al congresso americano sul dare poteri di guerra al presidente per combattere l’Isil, meno su come essi devono essere configurati.</p> <p>I repubblicani, maggioranza in parlamento, accusano Obama di aver avuto finora un approccio troppo timido e chiedono di cambiare registro. In testa il presidente della Commissione per la sicurazza nazionale, Michael McCaul</p> <p>“La strategia attuale – ha affermato intervistato da euronews – è più di contenimento che non volta a sconfiggere e distruggere l’Isil. Penso che i raid aerei abbiano avuto limitato successo, quello che manca in questo momento è una forza di terra, in Siria in particolare, che non può venire solo dagli Stati Uniti, ma dev’essere a guida statunitense”.</p> <p>Quella chiesta dalla Casa Bianca è un’autorizzazione “vaga”, non tanto sui poteri, quanto su dove essi possano essere esercitati. Con un motivo ben preciso.</p> <p>“Non vogliamo mandare il messaggio ai membri dell’Isil – ha detto il portavoce della presidenza americana, Josh Earnest – che potrebbero trovare riparo da qualche atra parte. Che, se approviamo una legge nella quale si dice ‘il Congresso ha autorizzato il presidente a usare la forza militare contro obiettivi dell’Isil in Iraq e Siria, a qualcuno nell’Isil rimanga l’impressione che muovendosi in qualche altro Paese vicino possa essere al sicuro”.</p> <p>Il corrispondente di euronews, Stefan Grobe, spiega che “per dirla come McCaul, ‘i barbari sono alle porte e l’America deve combatterli’. Ma nessuno è favorevole all’invio di truppe nell’area. Ciò che Washington vuole è che Paesi come Egitto, Turchia e Arabia Saudita facciano un passo avanti e combattano”.</p>