ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il franco sganciato dall'euro pesa sui mutui degli ungheresi

Lettura in corso:

Il franco sganciato dall'euro pesa sui mutui degli ungheresi

Dimensioni di testo Aa Aa

La decisione della Banca Nazionale Svizzera di disancorare il franco dall’euro provoca un problema sociale in Ungheria. Chi aveva contratto mutui nella valuta elvetica adesso si ritrova a pagare rate più consistenti, per l’apprezzamento del franco.

Lazlo Szilágyi è un sociologo e per estinguere il mutuo del proprio appartamento a Budapest lavora in Inghilterra dove guadagna 4-5 volte di più che in Ungheria.

Maté Gerhardt, giornalista, ha chiesto un prestito per potersi permettere un’auto, il prezzo era di 8000 euro, ma quando finirà di sdebitarsi la somma totale avrà sfiorato i 15mila euro. “Forse dovrei rivolgermi al tribunale visto che ci sono molti procedimenti giudiziari su casi simili al mio, ossia di persone che non sono state informate dalle banche delle possibili conseguenze”.

Il governo ungherese è intervenuto sulla questione e il parlamento ha approvato la conversione dei prestiti nella moneta locale, il fiorino, e ha fissato il tasso di cambio al di sotto dei livelli di mercato. La differenza è coperta dalla banche. La misura potrebbe essere imitata da altri Paesi dell’Europa centro-orientale.

Zoltán Kovács, portavoce del governo: “Alcuni Paesi vicini sono interessati, la Croazia, la Romania e in parte anche la Polonia. Ma tutti devono sapere che il modello ungherese non è stato creato da un momento all’altro, è stato frutto di un lungo procedimento durato oltre tre anni, per affrontare il problema in modo complesso, in un’atmosfera e in un contesto adatti”.

Per l’analista Andras Mihalovits la misura del governo Orban non è di facile applicazione altrove. “Il modello ungherese potrebbe funzionare con l’aiuto di una combinazione fortunata di molti fattori. Non credo possa essere copiato in altri Paesi, visto che la situazione giuridica ed economica è molto diversa in quei Paesi che fanno fronte a problemi simili. Devo aggiungere che questo è stato un passo eccessivamente rischioso che alla fine è risultato fortunato”.

Secondo l’opposizione ungherese, il governo sarebbe dovuto intervenire prima, visto che molte famiglie non sono state in grado di pagare i propri mutui da quando la crisi economica ne ha fatto schizzare il valore.