ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La donna in oro sul tappeto rosso di Berlino

Lettura in corso:

La donna in oro sul tappeto rosso di Berlino

Dimensioni di testo Aa Aa

L’attrice Helen Mirren ha sfilato sul tappeto rosso del festival di Berlino in compagnia dei coprotagonisti del film “Woman in Gold”, Ryan Reynolds

L’attrice Helen Mirren ha sfilato sul tappeto rosso del festival di Berlino in compagnia dei coprotagonisti del film “Woman in Gold”, Ryan Reynolds e Daniel Bruhl; con loro anche il produttore Harvey Weinstein.

“Woman in Gold” nasce dalla storia vera di Maria Altmann, che ha combattuto per rientrare in possesso delle opere d’arte di proprietà della sua famiglia, trafugate dai nazisti nel 1938. Tra queste c’era anche il famosissimo ritratto realizzato da Klimt di Adele Bloch-Bauer, o semplicemente la Donna in oro a cui si riferisce il titolo, considerato uno dei capolavori dell’arte austriaca.

La donna del dipinto era la zia di Maria che, dopo essere fuggita insieme al marito negli Stati Uniti, si affida al nipote avvocato interpretato da Reynolds per cercare di riavere quel dipinto così importante per lei.

In conferenza stampa la Mirren ha evocato la necessità di non dimenticare il saccheggio che è stato fatto dai nazisti dei beni degli ebrei in Germania e Austria.

Helen Mirren, attrice:
“ Il problema è certamente che la storia si ripete in tutto il mondo. Sono note le attività di Boko Haram, quelle dell’ISIS. In tante altre parti del mondo c‘è la stessa storia con gente che sta ancora soffrendo mentre parliamo. Non siamo ancora giunti alla fine di queste cose”.

Ryan Reynolds dichiara di essersi sentito subito attratto dal ruolo del giovane avvocato che combatte per ottenere giustizia.

Ryan Reynolds, attore:
“Ho letto la sceneggiatura proprio come avrebbe fatto chiunque altro. Un giorno mentre stavo girando giu’ in Louisiana ho ricevuto una chiamata dal signor Harvey Weinstein che mi ha detto: è il vostro giorno fortunato….”

Il film è stato proiettato nella sezione Forum del Festival di Berlino e giungerà in sala negli Stati Uniti e in Gran Bretagna ad aprile.