ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Luci e star a Berlino

Lettura in corso:

Luci e star a Berlino

Dimensioni di testo Aa Aa

E’ in moto la macchina del Festival di Berlino con la giuria in cui compaiono l’attrice francese Audrey Tautou, l’attore tedesco Daniel Bruhl

E’ in moto la macchina del
Festival di Berlino con la giuria in cui compaiono l’attrice francese Audrey Tautou, l’attore tedesco Daniel Bruhl. Considerato, per dimensini, il maggiore festival con circa 450 pellicole in cartellone, ha come presidente il regista americano Darren Aronofsky.

All’inaugurazione hanno sfilato anche le star di “Nessuno vuole la notte” della regista spagnola Isabel Coixet che ha diretto la protagonista
Juliette Binoche nei panni di una moglie che va a cercare il marito fra i ghiacci.

Juliette Binoche, attrice: “Non scelgo un film solo perchè lo gira un uomo o una donna, io scelgo l’artista e Isabel Coixet è un vero artista.”

Una lunga storia di ghiacci, amore
e solidarietà femminile, ispirata a una vicenda vera. Siamo in Groenlandia anno 1909. Josephine Peary (la Binoche) è una moglie innamorata di un marito che è il celebre avventuriero artico Robert Peary, un uomo che ha un solo desiderio: piantare, prima di ogni altro, una bandiera al centro del Polo Nord. Tuttavia il marito adesso risulta disperso.

L’acclamata regista ha presenziato alla prima.

Isabel Coixet, regista: “Se un film ti domanda di stare al freddo, senza un bagno, senza cibo, senza caffé io lo faccio, nella vita normale no, preferisco stare alla spiaggia”.

“Nessuno vuole la notte” è fra i 19 film in competizione quest’anno a Berlino.