ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Sports United: i Mondiali di pallamano, la Coppa d'Asia, il timoniere e il ritiro di Cadel Evans

Benvenuti a Sports United, il nostro programma settimanale che vi mostra da una angolo diverso l’attualità sportiva mondiale. La Francia sul tetto

Lettura in corso:

Sports United: i Mondiali di pallamano, la Coppa d'Asia, il timoniere e il ritiro di Cadel Evans

Dimensioni di testo Aa Aa

Benvenuti a Sports United, il nostro programma settimanale che vi mostra da una angolo diverso l’attualità sportiva mondiale.

La Francia sul tetto del mondo per la quinta volta

La 24esima edizione dei Campionati Mondiali di pallamano ha avuto luogo in Qatar. I padroni di casa hanno sorpreso tutti, raggiungendo la finale davanti ai loro tifosi. Come avversario pero’ si sono trovati di fronte l’agguerrita e ben piu’ esperta Francia.

Pronostici rispettati ai Mondiali di pallamano, terminati domenica scorsa a Doha. Almeno per quanto riguarda il gradino piu’ alto del podio, sul quale è salita per la quinta volta nella storia la Francia.
Piu’ sorprendente invece l’argento, finito al collo degli outsiders della competizione: i qatarioti, capaci di raggiungere l’atto conclusivo del torneo e tenere a bada i campioni. E’ stato un incontro tutto sommato equilibrato, dove pero’ a fare la differenza è stata l’esperienza dei transalpini, che aggiungendo questo Mondiale alle Olimpiadi del 2012 e agli Europei 2014 hanno cosi’ completato un importante triplete.

La prima volta dell’Australia

Per la prima volta nella storia, la Coppa d’Asia si è tenuta fuori dal continente. La 16esima edizione è stata infatti disputata in Australia, con la nazionale di casa che, dopo aver perso nel 2011 la finale contro il Giappone, ha avuto la possibilità di rifarsi. Sulla sua strada c’era la Corea del Sud, che sperava di interrompere un digiuno lungo 55 anni.

La prima volta dell’Australia sul tetto d’Asia è arrivata in casa. I socceroos hanno conquistato il trofeo, ai danni della Corea del Sud. Massimo Luongo ha aperto le marcature a fine primo tempo.
Quando sembrava ormai fatta, al 92esimo, il talento del Bayer Leverkusen Heung-Min Son ha servito pero’ la doccia gelata ai socceroos, pareggiando i conti e obbligandoli ai supplementari.
A risolvere il match a quel punto è stato l’attaccante della Juventus, in prestito ai belgi dello Zulte Waregem, James Troisi.
La nazionale guidata da Postecoglou ha cosi’ realizzato il suo sogno, spegnendo quello della Corea del Sud, colpita da quella che ormai è diventata una maledizione: le tigri sono incappate infatti nella quarta sconfitta consecutiva in finale.

ISAF Sailing World Cup

Per gli skipper è una sorta di mini-Olimpiade l’ISAF Sailing World Cup, il circuito mondiale di vela delle classi olimpiche e paralimpiche. Andiamo a vedere le immagini della seconda tappa, che si è tenuta nelle acque della Baia di Biscayne, a Miami.

Le campionesse olimpiche Jo Aleh e Polly Powrie hanno dominato nella categoria 470. Le neozelandesi hanno costruito il successo sin dalle prime regate, permettendosi un quarto posto nell’ultima. Anche nella categoria Finn maschile la vittoria è arrivata in anticipo e a coglierla è stato il britannico Giles Scott. Gli skippers ora si prendono una pausa prima della terza tappa, che si terrà a partire dal 20 aprile a Hyères, in Francia.

Spotlight: Universiadi 2015

Le Universiadi sono la piu’ importante manifestazione multisportiva per studenti. Organizzata dalla Federazione Internazionale Sport Universitari, ha un’edizione estiva e una invernale. Le Universiadi Invernali di quest’anno sono le protagoniste della nostra rubrica ‘‘Spotlight’‘. L’evento è diviso in due parti: la prima in Slovacchia e la seconda a Granada, in Spagna. Chiudete i libri, è il momento dello sport.

Strbske Pleso, in Slovacchia, è stata lo scenario di questa prima parte di Universiadi, alla quale hanno partecipato 388 studenti-atleti, provenienti da 31 Paesi. La Russia ha dominato in lungo e in largo, portandosi a casa ben 41 medaglie e staccando gli avversari. Il Kazakistan, secondo nel medagliere, è infatti a quota 10. L’appuntamento ora è con la seconda parte dell’evento, iniziata il 4 febbraio a Granada.

Inside Sport: il timoniere

Se vi siete mai chiesti chi è la persona piccolina seduta davanti o dietro su una barca di canottaggio, senza remi ma che urla all’equipaggio, ve lo diciamo noi. E’ il timoniere e questa settimana in ‘‘Inside Sport’‘ vedremo che contribuito danno questi eroi nascosti e ascoltiamo le loro parole.

“Credo che il timoniere debba avere una forte personalità. E’ un piccoletto circondato da giganti”, spiega un vogatore.

“Cerco d’essere il leader in acqua, per aiutare l’equipaggio a dare il massimo”, racconta un timoniere.

“Ci sono tante cose attraverso le quali il timoniere puo’ dare il suo contributo all’equipaggio, ma non deve enfatizzare troppo il suo ruolo, perchè diventa pericoloso”, dichiara una timoniere. “Deve conoscere i suoi limiti e soprattutto secondo me deve essere chiaro e conciso. Non mi piace fare discorsi lunghi, io mi limito a dare informazioni semplici e chiare”.

“Nella parte finale della gara, quando senti che stai finendo le energie, il timoniere ti aiuta a non perdere la concentrazione”, spiega un vogatore.

Agenda

La prossima settimana parleremo della Volvo Ocean Race, con la partenza della quarta tappa, alla volta di Auckland. Vi mostreremo la presentazione a Dubai dell’Astana Pro Team, la squadra del vincitore dell’ultimo Tour de France, Vincenzo Nibali e voleremo a Bordeaux per la FEI World Cup.

Emotion

Ansia, rabbia, gioia e delusione sono solo alcune delle emozioni che lo sport regala agli atleti, cosi’ come ai tifosi. Chiudiamo questa puntata proprio con immagini cariche d’emozione. Il protagonista è il vincitore del Tour de France 2011 Cadel Evans, che qualche giorno fa si è ritirato. Ci vediamo giovedi’ prossimo.