ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Hong Kong: la protesta gli ombrelli riconquista la piazza

Gli ombrelli gialli tornano a invadere Hong Kong, simbolo del movimento ‘‘Occupy central’‘ che non si rassegna. Dopo lo sgombero forzato degli ultimi

Lettura in corso:

Hong Kong: la protesta gli ombrelli riconquista la piazza

Dimensioni di testo Aa Aa

Gli ombrelli gialli tornano a invadere Hong Kong, simbolo del movimento ‘‘Occupy central’‘ che non si rassegna. Dopo lo sgombero forzato degli ultimi presidi degli attivisti a dicembre, in migliaia sono scesi per le strade del distretto finanziario della città dove sono schierati duemila poliziotti.

Il messaggio a Pechino è sempre lo stesso: garantire all’ex colonia britannica elezioni a suffragio universale e il libero accesso alle candidature del 2017. Una marcia pacifica di studenti e attivisti democratici, senza nessuna occupazione.

I manifestanti hanno, quindi, mantenuto la promessa. “Torneremo”, avevano detto durante la rimozione degli accampamenti. Il movimento di protesta contro la attuale legge elettorale dell’isola è cominciato il 28 settembre scorso e per due mesi e mezzo ha paralizzato la città.

Si tratta di una delle crisi politiche più gravi della storia di Hong Kong dal 1997, quando è tornata sotto il controllo cinese.