ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"L'isola del granturco", regia di George Ovashvili

Lettura in corso:

"L'isola del granturco", regia di George Ovashvili

Dimensioni di testo Aa Aa

“L’isola del granturco“è una parabola poetica con risvolti politici, diretta dal regista georgiano George Ovashvili.

L’azione si svolge sul fiume Inguri, tra la Georgia e l’indipendentista Abkhazia. Un uomo arriva su una delle isole del fiume, per coltivare del mais, con l’aiuto di sua nipote. La solitudine dei due protagonisti viene interrotta solo dal via vai delle guardie di confine di Georgia e Abkhazia.

Il film ha pochissimi dialoghi. Tutta l’azione si concentra sull’isola. Ma il regista georgiano riesce a non disperdere la curiosità dello spettatore”.

C‘è molta contemplazione ma al tempo stesso non manca la tensione e la suspense.

Il personaggio della nipote è avvolto dal mistero. Il regista dipinge delicatamente il passaggio dall’infanzia all’adolescenza.