ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina, Ue indecisa su nuove sanzioni economiche. Atene contro allungamento lista nera

Per fermare le violenze nell’Ucraina dell’est e riportare separatisti e forze di Kiev al tavolo dei negoziati l’Unione europea starebbe pensando

Lettura in corso:

Ucraina, Ue indecisa su nuove sanzioni economiche. Atene contro allungamento lista nera

Dimensioni di testo Aa Aa

Per fermare le violenze nell’Ucraina dell’est e riportare separatisti e forze di Kiev al tavolo dei negoziati l’Unione europea starebbe pensando all’allungamento della lista dei nomi soggetti a sanzioni individuali.

Mentre non sarebbero previste al momento nuove sanzioni economiche contro la Russia, una strada da evitare secondo molti dei ministri degli esteri in riunione a Bruxelles.

“Mostreremo che l’Unione europea è unita” ha dichiarato Harlem Désir, Segretario di Stato fracese per gli Affari Ue“Ed eserciteremo tutta la pressione necessaria, compreso l’allungamento della lista dei nomi sottoposti a sanzioni individuali, contro persone implicate nella messa in causa dell’unità nazionale ucraina e che sostengono le azioni militari dei separatisti, compresi alcuni cittadini russi, questo per ottenere il ritorno ai negoziati”.

A rovinare i piani dei minstri degli esteri europei è la Grecia, a favore della riconciliziazione tra Kiev e Mosca, ma anche tra Mosca e Bruxelles.

“E’ bello essere a Bruxelles” ha dichiarato il neo ministro degli esteri greco Nikos Kotzias” La Grecia sta lavorando per far tornare la pace in Ucraina. ,Ma allo stesso tempo vogliamo anche impedire una rottura tra Unione europea e Russia”.
Una voce fuori dal coro quella di Atene che rischia di far concludere con un nulla di fatto la riunione a Bruxelles e d’indebolire l’immagine di fronte compatto finora espresso , seppur solo in apparenza, dall’Europa sul dossier ucraino.