ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Grecia: saranno riassunte le donne delle pulizie del ministero

Festeggiano le donne delle pulizie licenziate dal ministero delle Finanze di Atene 19 mesi fa. Più di un anno e mezzo passato davanti alla sede del

Lettura in corso:

Grecia: saranno riassunte le donne delle pulizie del ministero

Dimensioni di testo Aa Aa

Festeggiano le donne delle pulizie licenziate dal ministero delle Finanze di Atene 19 mesi fa. Più di un anno e mezzo passato davanti alla sede del ministero, picchettando per essere riassunte, come in un accampamento, per fare sentire la loro voce. Che è stata ascoltata: il nuovo ministro delle Finanze, Yanis Varoufakis, ha promesso che le riassumerà.

“Abbiamo lottato per 19 mesi, una lotta stancante, frustrante, con molti problemi e quello che succede oggi è finalmente il risarcimento per tutto quello che abbiamo dovuto passare in questi mesi”, ha spiegato Lili Giannakaki, che fa parte del movimento delle donne delle pulizie.

Varoufakis lo ha spiegato nel suo intervento al ministero: questa decisione è una delle prime misure del governo Tsipras ed è intenzionalmente molto simbolica. “Oggi voltiamo pagina da quell’errore, dalla dimostrazione che i tagli sono costati vite umane, perse o rovinate. che sono costati anche ai nostri partner europei. Il problema non è che Germania, Italia o anche Paesi più poveri di noi come la Slovacchia, non ci hanno prestato abbastanza denaro. Ci hanno dato anche più di quello che dovevano. E quei soldi sono andati a finire in un buco nero”. Queste sono le parole del neo ministro.
Il provvedimento sarà pronto presto. Riassumere le 600 donne delle pulizie sarà possibile grazie al taglio dei costi del ministero, riducendo, ad esempio, il numero dei consulenti.

La nostra corrispondente da Atene, Symela Touchtidou, ha spiegato che il nuovo ministro delle Finanze greco ha dichiarato che porrà fine al programma di austerità che ha aggiunto un ulteriore debito a quello già esistente e insostenibile. E che ha privato di risorse l’economia reale.