ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tutto con il sole

Lettura in corso:

Tutto con il sole

Dimensioni di testo Aa Aa

La casa automobilistica BMW ha presentato a Las Vegas il suo sistema per il rifornimento delle auto elettriche. Si tratta di un posto auto col tetto

La casa automobilistica BMW ha presentato a Las Vegas il suo sistema per il rifornimento delle auto elettriche. Si tratta di un posto auto col tetto a pannelli solari capace di generare l’energia per ricaricare il veicolo. Il sistema è concepito per essere utilizzato in combinazione con il BMW wallbox Pro che non serve solo a rifornire l’auto ma puo’ alimentare anche il resto della casa.

JULIAN LIENICH, manager della BMW: “Stiamo operando nel concetto di una piena integrazione con la nostra auto elettrica. Cio’ vuol dire che l’auto puo’ diventare una parte dell’equipaggiamento della casa. Si dispone della propria centralina solare, avete i carichi della casa, i relativi consumi e l’automobile si integra perfettamente in questo sistema”.

Ma com‘è esattamente il carport BMW? Si tratta di una semplice struttura di bambu’ con fibre al carbonio che sostengono i pannelli solari. I 40 pannelli che compongono il tetto e producono energia sono traslucidi, resistenti e flessibili. Oltre agli elementi al carbonio nella struttura del carport l’altro materiale usato per i montanti è il bambu’. Vista la sua rapida crescita il bambu’ è considerato un materiale sostenibile. Tuttavia ci sono anche altri vantaggi con una soluzione cosi’.

JULIAN LIENICH, manager BMW: “Se si decide di utilizzare solo l’energia solare si attende che durante il giorno questa venga prodotta e immagazzinata quando l’auto non c‘è. Di notte invece si attacca la spina e l’auto si ricarica grazie all’accumulo. Gestiamo una sorta di casa intelligente con un veicolo perfettamente integrato nel sistema”.

Secondo BMW questo è un concetto di garage innovativo che fornisce energia pulita. I veicoli delle serie i3 e i8 si integrano perfettamente nel circuito. E’ chiaro che questa tecnologia non è alla portata di tutti. Ma intanto la casa tedesca vuole renderla disponibile il prima possibile.

Passiamo dalla smart car ad un’altra azienda tedesca che spera di fare ascensori smart. Oggi ci vuole pazienza con gli ascensori. Lunghe attese, molto affollati, non soddisfano.

La Thyssenkrupp vuole rivoluzionare il settore. Intende sfruttare i magneti invece dei cavi. Col loro sistema di sollevamento MULTI si potranno spostare le celle anche orizzontalmente moltiplicando il numero delle cabine su uno stesso asse. La tecnologia cambia adesso dalla sua nascita nel 1854 …e gli ingegneri della ThyssenKrupp sostengono che il vecchio sistema Paternoster ispira il cambiamento.

L’ascensore paternoster è un ascensore per passeggeri che consiste in una catena di vani a giorno (ognuno dei quali progettato per due persone) che si muovono lentamente, a ciclo continuo all’interno di un immobile.

Il sistema Thyssenkrupp prevede cabine analoghe ma più veloci e con freni per fermarle ai piani richiesti. Gli ingegneri hanno calcolato che le porte dell’ascensore si aprono per 15 o 30 secondi e otto persone possono essere imbarcate. La società prevede di presentare il suo primo prototipo completo in due anni.