ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Yemen sull'orlo del caos, si dimette il presidente, la regione di Aden si stacca

Lo Yemen rischia di scivolare nell’anarchia, dopo le dimissioni del premier e del presidente. Dimissioni per ora respinte dal Parlamento, che si

Lettura in corso:

Yemen sull'orlo del caos, si dimette il presidente, la regione di Aden si stacca

Dimensioni di testo Aa Aa

Lo Yemen rischia di scivolare nell’anarchia, dopo le dimissioni del premier e del presidente.
Dimissioni per ora respinte dal Parlamento, che si riunirà però sabato per una sessione d’emergenza.
Se le dimissioni non dovessero rientrare, si aprirebbe un vuoto di potere dalle conseguenze imprevedibili.
La Costituzione stabilisce che i poteri vengano presi dal presidente del Parlamento, che è considerato un alleato dell’ex presidente Saleh. Quest’ultimo fu deposto tre anni fa, e il successore, Abed Rabbo Mansur Hadi, aveva nominato a capo del governo un uomo del compromesso, Khaled Bahah, in seguito a un accordo con la ribellione sciita che in questi giorni è però tornata nella capitale. I ribelli hanno brevemente occupato la residenza presidenziale.
La ribellione sciita, che si ritiene appoggiata dall’Iran, ha base soprattutto nelle regioni settentrionali, mentre nel Sud opera da tempo Al Qaida nella Penisola Arabica, la branca qaedista che ha rivendicato la strage nella redazione di Charlie Hebdo.
Ora quattro amministrazioni regionali del sud hanno detto che non prenderanno più ordini dalla capitale.