ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

La Grecia col fiato sospeso in vista delle elezioni politiche di domenica

Lettura in corso:

La Grecia col fiato sospeso in vista delle elezioni politiche di domenica

Dimensioni di testo Aa Aa

Eleni Rizopoulou, Lyon: Quattro giorni prima delle elezioni più importanti degli ultimi anni, in tutto il paese il vantaggio di Syriza si consolida. Qual è il clima per le strade di Atene?

Stamatis Gianninis, Athens: “In netto contrasto con il cosidetto teatrino della politica, la gente continua va avanti come al solito. Molti si tengono sull’“aspetta e vedi”, aspetta che si aprano le urne domenica sera e vedrai il partito vincitore e il suo risultato. Per ora Syriza, che è un piccolo partito della sinistra radicale, è dato in testa da tutti i sondaggi. La questione dunque sarà quella di vedere se Syriza potrà fare un governo da sola o se sarà costretta a creare una coalizione, cercando alleanze con altri partiti. In tutti i casi si tratta di questioni a cui si potrà rispodenre non prima di lunedi mattina”.

Eleni Rizopoulou, Lyon: Gli indecisi sono attorno al 10 per cento, e le iniziative conclusive di tutti i partiti paiono parlare in primo luogo a loro. Quanto questo 10 per cento influirà sul voto di domenica?

Stamatis Gianninis, Athens: “I due principali contendenti, ma anche i partiti minori, si rivolgono agli indecisi, che attorno al 10 per cento hanno raggiunto una massa critica e possono condizionare di molto i risultati: per Nuova Democrazia significherebbe ottenere una vittoria marginale, per Syriza di conquistare la maggioranza assoluta. Nessuno può dire al momento se in questo 10 per cento vi sia un numero sufficiente di elettori capaci di portare l’estrema destra di Alba Dorata al terzo posto, oppure di aprire le porte a partiti minori come gli Indipendenti Greci, di destra, o i centristi socialdemocratici. Entrambi sono vicini alla soglia di sbarramento del 3 per cento. Per noi si tratta di attendere ancora qualche ora, fino a domenica sera”.