ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il lago Baikal, più grande riserva d'acqua dolce, al livello più basso in 60 anni

Lettura in corso:

Il lago Baikal, più grande riserva d'acqua dolce, al livello più basso in 60 anni

Dimensioni di testo Aa Aa

Attività mineraria, disboscamento illegale, turismo ed edilizia selvaggi minacciano da anni la riserva d’acqua dolce più grande del mondo. Il lago

Attività mineraria, disboscamento illegale, turismo ed edilizia selvaggi minacciano da anni la riserva d’acqua dolce più grande del mondo. Il lago Baikal in Russia contiene circa un quinto dell’acqua dolce del pianeta. Ma adesso il suo livello ha raggiunto il punto più basso mai registrato in 60 anni dagli scienziati. Per alcuni non è un dato preoccupante, per altri è un brutto segno.

Marina Rikhvanova, ambientalista: “Assistiamo al fenomeno di abbassamento del livello, rispetto all’anno scorso, legato a un fattore naturale, ossia l’arrivo di una minore quantità di acqua nel lago Baikal. Gli scienziati non se lo aspettavano. C‘è meno acqua anche perché è stata convogliata verso la centrale idroelettrica di Irkutsk proprio perché ci si aspettava più acqua nel lago Baikal”.

Il livello è diminuito di 40 centimetri rispetto al 2013 ed è pari a 456,09 metri, poco al di sopra del livello minimo stabilito dal governo russo, ossia 456 metri.
Gli ambientalisti sostengono che estati estremamente calde e secche e la deforestazione possano aver contribuito all’abbassamento del livello d’acqua. Secondo altri ricercatori, serve più tempo per tracciare conclusioni più chiare.

Andrei Zhdanov, ricercatore senior: “Occorre attendere uno, due anni; raccoglieremo tutte le informazioni e così saremo in grado di affermare se si tratti di un fenomeno naturale o no. Adesso è difficile stabilirlo”.

Alcuni scienziati affermano che un livello dell’acqua inferiore a 456 metri potrebbe causare danni irreversibili all’ecosistema del lago.