ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Usa: Stato dell'Unione, Obama proporrà aumento tasse ai ricchi

Il presidente americano affronta per la prima volta infatti dalla sua elezione, nel 2008, un Congresso in cui entrambe le Camere sono controllate dai repubblicani

Lettura in corso:

Usa: Stato dell'Unione, Obama proporrà aumento tasse ai ricchi

Dimensioni di testo Aa Aa

Barack Obama sfida la maggioranza repubblicana al Congresso. Il presidente proporrà, durante il solenne discorso sullo Stato dell’Unione di martedì notte, l’aumento delle tasse per i cittadini più ricchi.

È la prima volta dalla sua elezione, nel 2008, che Obama affronta un Congresso in cui entrambe le Camere sono controllate dai suoi avversari.

I Democratici hanno subito una grave batosta alle elezioni di medio termine a novembre, nonostante il Paese sia in ottima forma sia dal punto di vista della crescita che da quello dell’occupazione.

Per queste ragioni, il capo della Casa Bianca avrebbe confidato ai rappresentanti democratici in Senato che non ha alcuna intenzione di trascorrere due anni sulla difensiva.

Il professor Allan Lichtman, esperto di storia presidenziale, spiega a euronews: “Ha due cose di cui preoccuparsi: la prima è la sua eredità politica, la seconda è fare la cosa giusta per il Paese. E lui non sembra concentrarsi su questi due punti, sembra essere più rilassato, sembra essere più se stesso, meno succube dei consulenti – dice il docente dell’American University – E non a caso, i suoi indici di gradimento sono migliorati. Alla gente piace il politico genuino”.

Lichtman non crede all’ipotesi che un presidente democratico e un Congresso repubblicano paralizzeranno il Paese nei prossimi due anni di coabitazione.

“Bisogna sempre alimentare la retorica del bipartitismo, perché gli americani – le stesse persone che credono alla fatina dei denti – credono ancora nel bipartitismo. Anche se in realtà non esiste – conlude Litchman – E poi ci sono dei temi sui quali repubblicani e democratici proprio non sono d’accordo. Su ogni questione fondamentale, c‘è una profonda divisione ideologica tra i due partiti”.

Il piano di Obama prevede di aumentare le imposte sulle plusvalenze per le coppie con introiti superiori ai 500mila dollari all’anno e una nuova tassa per le banche per finanziare i tagli a quelle della classe media.

“Martedì notte, il presidente Obama mostrerà il volto socialdemocratico europeo di una persona che si batte per la classe media contro i repubblicani senza cuore – conclude il corrispondente di euronews a Washington, Stefan Grobe – Obama dice di voler lavorare con il Congresso, ma la linea del fronte è già tracciata”.