ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Ucraina: diplomazia immobile. Durissimi scontri per controllo aeroporto Donetsk

Chi controlla l’aeroporto di Donetsk, strategico scalo in Ucraina orientale? Separatisti filorussi e lealisti affermano a vicenda di averne il

Lettura in corso:

Ucraina: diplomazia immobile. Durissimi scontri per controllo aeroporto Donetsk

Dimensioni di testo Aa Aa

Chi controlla l’aeroporto di Donetsk, strategico scalo in Ucraina orientale? Separatisti filorussi e lealisti affermano a vicenda di averne il controllo.

Quello è che certo è che nelle ultime 24 ore almeno 11 persone sono morte. 4 erano civili.

La diplomazia sembra impotente. Il presidente Petro Poroshenko ha parlato telefonicamente con la cancelliera tedesca Angela Merkel, ma nulla sembra muoversi. Da aprile le vittime sono oltre 4800. Gli abitanti di Donetsk sono provati.

“Non finisce mai. Non posso dire chi fa fuoco e da dove arrivano gli spari. Stai seduto e tutto trema. Ti chiedi: la casa crollerà o resisterà?La prossima vota la centreranno o la mancheranno?”, si chiede un uomo.

Una ragazza aggiunge: “Vivi nel timore che ti colpisca un razzo quando sei dentro casa. E orribile. Spero solo che finisca presto”.

Gli abitanti di qui hanno la sensazione di essere un bersaglio in mezzo a una pioggia di proiettili impazziti.

La Bielorussia dice che un nuovo inontro del griuppo di contatto ancora non c‘è. Per un nuovo meeting ad Astana, in Kazakhstan, a cui dovrebbero partecipare anche Putin, la Merkel e Hollande, non c‘è ancora la data. E intanto a Donetsk la gente continua a morire.